Maroni: “Tessera del tifoso non è una schedatura”

Maroni: “Tessera del tifoso non è una schedatura”

Lestate 2010 si è macchiata come mai in passato di violenza dentro e fuori gli stadi, sia in campo che sugli spalti. Alcuni esempi sono Parma-Spal, Cagliari-Bastia, Catania-Iraklis,.

Commenta per primo!

Lestate 2010 si è macchiata come mai in passato di violenza dentro e fuori gli stadi, sia in campo che sugli spalti. Alcuni esempi sono Parma-Spal, Cagliari-Bastia, Catania-Iraklis, Brescia-Larissa, Pisa-Viterbese e, il caso più grave, a Pescara tra Pescara e Roma con alcuni accoltellati tra i tifosi pescaresi. A poco più di dieci giorni dallinizio del campionato, questi episodi sono un grido dallarme. Sulla questione è intervenuto anche il Ministro degli interni, Roberto Maroni, che più di una volta ha dichiarato. “Presto gli stadi dItalia non avranno più barriere tra campo e spalti – ha esordito Maroni -. La tessera del tifoso è stata dipinta da molti come una schedatura, ma questo non è assolutamente vero perché è uno strumento che favorirà il tifoso buono, è solo una garanzia per chi vuole andare allo stadio a vedere una partita di calcio in un ambiente tranquillo e sicuro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy