Marchetti: “La mia emozione esordio Mondiale”

Marchetti: “La mia emozione esordio Mondiale”

Il portiere della Nazionale Federico Marchetti ai microfoni di Sky Sport dopo Italia-Paraguay 1-1. Nel 2006 Buffon vinceva il Mondiale e tu giocavi nella Biellese. Ti aspettavi di entrare oggi,.

Commenta per primo!

Il portiere della Nazionale Federico Marchetti ai microfoni di Sky Sport dopo Italia-Paraguay 1-1. Nel 2006 Buffon vinceva il Mondiale e tu giocavi nella Biellese. Ti aspettavi di entrare oggi, proprio al suo posto? Diciamo che ero in pre-allarme. Nel riscaldamento Buffon ha sentito questo problemino e da lì ho cominciato a scaldarmi, sapendo che potevo entrare. In quei momenti uno cosa pensa? Pensa a parecchie cose, poi è normale che ti devi preparare mentalmente. Ho cercato di concentrarmi da subito. Buffon cosa ti ha detto? Mi ha detto di stare tranquillo, mi ha fatto l’in bocca al lupo e mi ha rassicurato. Quando sei entrato hai pensato a Green dell’Inghilterra o a Buffon? Pensavo solo alla partita, alle altre cose sinceramente non ho avuto tempo di pensarci. In che cosa si sente, se si sente, a questi livelli, la mancanza di esperienza internazionale? È normale che giocando partite a livello internazionale, il contorno è un po’ tutto diverso, però ho pensato solo ad essere concentrato, al campo, alla partita e questo mi ha dato una mano. Sul pallone Jabulani. È un pallone difficile perché ha delle traiettorie un po’ strane, bisogna stare sempre pronti a qualsiasi cambio di traiettoria. La difficoltà c’è e bisogna valutare ed essere sempre pronti a traiettorie impazzite.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy