Liverani:“Sono molto grato a Serse Cosmi perché..”

Liverani:“Sono molto grato a Serse Cosmi perché..”

Questa mattina sulle pagine del ‘Giornale di Sicilia’ lunga intervista, realizzata dal giornalista Carlo Brandaleone, al capitano del Palermo, Fabio Liverani. Quest’ultimo, nel.

Commenta per primo!

Questa mattina sulle pagine del ‘Giornale di Sicilia’ lunga intervista, realizzata dal giornalista Carlo Brandaleone, al capitano del Palermo, Fabio Liverani. Quest’ultimo, nel rispondere alle domande che gli vengono rivolte, stila una piccola graduatoria dei campioni con cui ha giocato. “Il miglior portiere Peruzzi; difensori Stam e Nesta; centrocampisti Simeone e Stankovic, punte Crespo e Mutu”. Poi, pensando al suo esordio in Nazionale (nel 2001, sulla panchina azzurra sedeva Trapattoni, ndr), Liverani ricorda: “Ero molto emozionato ma cantai tutto l’inno di Mameli. Lo sapevo bene. Altri ancora non lo cantano ma forse per l’eccessiva tensione, non penso che non lo conoscano. Certo, senza Pirlo avrei avuto più chances in Nazionale. Pazienza, in ogni caso devo essere molto grato a Serse Cosmi, che mi arretrò da trequartista a regista. E’ stato fondamentale per la mia crescita”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy