L’erba del vicino:Bucci, quando nonno è bello

L’erba del vicino:Bucci, quando nonno è bello

di Roberta Siino Luca Bucci è l’ultimo arrivato in casa Napoli. L’estremo difensore infatti, ha accettato l’offerta dei partenopei che approfittando del suo status di.

Commenta per primo!

di Roberta Siino Luca Bucci è l’ultimo arrivato in casa Napoli. L’estremo difensore infatti, ha accettato l’offerta dei partenopei che approfittando del suo status di svincolato, lo hanno tesserato oltre il limite del mercato invernale per sopperire agli infortuni dei due portieri, Iezzo e Gianello. Nato a Bologna il 13 marzo 1969, Bucci è ottimo tra i pali ma meno nelle uscite alte. Viene considerato ancora uno dei migliori estremi difensori con i piedi ed è un buon pararigori. Cresce calcisticamente nel Parma, dove dal 1985 al 1987, disputa un campionato di serie C1 e uno in serie B, collezionando appena una sola presenza. Nel 1987 approda in C2 al ProPatria (una presenza), poi al Rimini in C1 (una presenza) e infine di nuovo al Parma in B (4 presenze). Dal 1990 al 1992, Bucci veste la maglia della Casertana, dove disputa un campionato in C1 (32 presenze) e uno in B (35 presenze). Dopo un anno alla Reggiana in serie B (36 presenze), nell’estate del 1993 ritorna al Parma in serie A, giocando da titolare per tre anni e collezionando in totale 95 presenze. Ma con l’esplosione di Gigi Buffon, il portiere bolognese viene ceduto in prestito nel gennaio del 1997 al Perugia (17 presenze), per poi ritornare in Emilia a fine prestito ed essere ceduto, stavolta a titolo definitivo al Torino. Con la maglia granata disputa cinque stagioni (dal 1998 al 2003), in un’altalena tra serie A e B e disputando complessivamente 160 partite. Nella stagione 2003/2004 viene ceduto all’Empoli in serie A, disputando un campionato deludente (17 presenze e 27 gol subiti), complice anche un infortunio alla spalla che lo costrinse a chiudere anticipatamente la stagione. A gennaio del 2005 ritorna nuovamente al Parma, dove disputa solo due gare, visto che il portiere titolare dei ducali era Sebastian Frey. Ma la stagione successiva, le cose cambiano. Frey approda alla Fiorentina e al suo posto arriva Lupatelli che parte comunque titolare. Ma le prestazioni poco convincenti di quest’ultimo fanno si che Bucci ritorni titolare fino a dicembre. Nel mercato invernale del 2006, Lupatelli viene ceduto al Palermo e in cambio arriva Matteo Guardalben. Anche lui parte titolare ma a causa di un infortunio è costretto a cedere il posto a Bucci che in quella stagione disputò 22 gare. La stagione successiva, stessa storia. La compagine emiliana, inizia con il giovane De Lucia tra i pali e termina con Bucci (26 presenze), risultando tra l’altro decisivo per la salvezza della sua squadra. Nel campionato 2007/2008, l’estremo difensore bolognese si rifiuta di rimanere a Parma, dove era rimasto per svolgere altre mansioni e dove, nonostante non risultasse più tesserato con il club gialloblu, continuava ad allenarsi con la primavera emiliana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy