Lerba del vicino: ora i Grifoni sono Preziosi

Lerba del vicino: ora i Grifoni sono Preziosi

di Roberta Siino La storia del Genoa Calcio acquistato dal presidente Enrico Preziosi, inizia nel luglio del 2003, quando i grifoni alla fine di quel campionato si ritrovarono retrocessi in serie.

Commenta per primo!

di Roberta Siino La storia del Genoa Calcio acquistato dal presidente Enrico Preziosi, inizia nel luglio del 2003, quando i grifoni alla fine di quel campionato si ritrovarono retrocessi in serie C1, per poi venire ripescati in serie B, a causa di uno stravolgimento giudiziario innescato dal Catania, che, a forza di sentenze e ricorsi, aveva costretto la riorganizzazione del campionato di B, bloccando le retrocessioni. Nel campionato cadetto 2004/2005, il Genoa disputa un ottimo campionato, tanto da ottenere a fine stagione il primo posto nella classifica di serie B che gli valse il ritorno in A dopo dieci anni ma, un illecito sportivo rovina tutto, facendo retrocedere i liguri nuovamente in C1. Il campionato successivo dunque, il Genoa ricomincia dalla serie C ma non con la squadra che Preziosi aveva costruito per la massima serie. Infatti, i vari Lavezzi, Milito, Abbiati e l’allora tecnico rossoblu, Francesco Guidolin, non avevano la minima intenzione di disputare il campionato di serie C1 invece che la A. Così, il presidente Preziosi fu costretto in soli tre giorni a rifondare l’intera squadra. Nel 2006, la compagine ligure approda in B, dopo aver disputato i play-off ma, si porta dietro tre punti di penalizzazione (poi revocati) per due motivi: il primo è per aver fatto ricorso alla magistratura ordinaria e secondo per aver fatto giocare nella partita con il Ravenna il giocatore Ghamsi che ancora doveva scontare un turno di squalifica. Ritornato in serie B, Preziosi mette su una squadra in grado di riuscire a centrare l’obiettivo del ritorno in serie A, richiesto a gran voce da tutta la tifoseria rossoblu e affidando nel luglio del 2007 la panchina a Gian Piero Gasperini. Ed è proprio il tecnico piemontese che riporta i grifoni a primo tentativo nel palcoscenico della serie A, dopo dodici anni di attesa e dove al primo anno di A, il Genoa di Preziosi ottiene un soddisfacente decimo posto, grazie all’esplosione dell’attaccante Marco Borriello, autore di 19 reti. Di momenti negativi, la società rossoblu ne ha passati, soprattutto per quanto riguarda la gestione del club e poi l’ennesima squalifica per 5 anni del suo presidente. Ma adesso la società sembra aver voltato pagina. E’ stata la voglia di riscatto che ha portato la squadra ha sfiorare l’Europa la passata stagione e ad essere fino ad ora, in questo campionato con 37 punti, nelle zone che contano della classifica di serie A, lottando addirittura per un posto in Champions League con squadre del calibro di Roma, Milan e Fiorentina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy