“L’erba del vicino”: il nuovo Torino di De Biasi

“L’erba del vicino”: il nuovo Torino di De Biasi

di Roberta Siino Al timone del Torino di questo campionato ritroviamo Gianni De Biasi che nella passata stagione, riuscì a salvare il club granata nelle ultime cinque giornate. Quaranta punti.

Commenta per primo!

di Roberta Siino Al timone del Torino di questo campionato ritroviamo Gianni De Biasi che nella passata stagione, riuscì a salvare il club granata nelle ultime cinque giornate. Quaranta punti in classifica nel campionato 2007/2008, 36 reti realizzate e 49 subite, 8 vittorie, 16 pareggi e 14 sconfitte. Questi i numeri della compagine di Urbano Cairo. Quest’anno i piemontesi in sede di calciomercato si sono rinforzati parecchio ed hanno una gran voglia di disputare un campionato di primo livello, anche se per il momento non è così. Nelle prime nove giornate di campionato, il Torino con 8 punti in classifica ha ottenuto 2 vittorie contro Lecce e Atalanta, 2 pareggi contro Chievo Verona e Reggina e 5 sconfitte contro Inter, Udinese, Cagliari e Juventus. Tra i pali è confermato Matteo Sereni, distintosi nel finale del campionato scorso per le splendide prodezze, contribuendo al raggiungimento dell’obiettivo salvezza. Al suo fianco avrà Alberto Fontana e Alex Calderoni. In difesa con Natali, Pratali, Franceschini e Di Loreto c’è tanta esperienza, senza dimenticare i giovani Colombo e Rubin e l’ex rosanero Marco Pisano. A centrocampo, ceduto Grella, è stato confermato il veterano Eugenio Corini. Al suo fianco Simone Barone e Paolo Zanetti. Ma non vanno dimenticati Diana, che ha concluso positivamente la parte finale della scorsa stagione, e le preziose alternative Vailatti, Abate, Jurgen Saumel e lo svizzero Blerim Dzemaili. In attacco, c’è solo l’imbarazzo della scelta. All’esperienza di Stellone, si affianca Ventola, che scalpita per tornare ai suoi migliori livelli, il duttile Abbruscato e il giovane Moro. Ma i titolari sono Nicola Amoroso e Rolando Bianchi: sempre che ritrovino il feeling che nella stagione 2006/2007 aveva fatto letteralmente volare la Reggina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy