Lazio: scontri Polizia Varsavia, fermati 149 tifosi

Lazio: scontri Polizia Varsavia, fermati 149 tifosi

Secondo quanto riportato da Sky tg24 sarebbero ben 149 i tifosi laziali fermati dalla Polizia polacca prima del match di Europa League tra Lazio e Legia Varsavia. Secondo quanto riferito dalla.

Commenta per primo!

Secondo quanto riportato da Sky tg24 sarebbero ben 149 i tifosi laziali fermati dalla Polizia polacca prima del match di Europa League tra Lazio e Legia Varsavia. Secondo quanto riferito dalla Polizia, prima della partita sarebbe iniziato uno scontro tra i tifosi laziali e le forze dell’ordine, culminato con la distruzione di un mezzo e il disturbo della quiete pubblica. Questa la ricostruzione del Direttore Sportivo biancoceleste Igli Tare in merito agli scontri di ieri. “Ieri mattina abbiamo ricevuto un gruppo di nostri tifosi, preoccupati per la propria sicurezza che cercava di garantirsela tramite noi e l’ambasciata italiana. Abbiamo avuto un contatto con la polizia polacca per far scortare i nostri tifosi allo stadio e ci hanno garantito questo sostegno dando come punto di ritrovo un noto locale di Varsavia, però all’arrivo degli agenti i tifosi non sono stati scortati allo stadio, ma portati nei vari commissariati. Noi ringraziamo l’ambasciata italiana che ha cercato in tutti i modi di aiutare questa gente che non ha fatto nulla, erano a Varsavia solo per vedere una partita di calcio. Qualcosa sarà successo, ma non c’è stata alcuna violenza in particolare. Anche dopo la partita i nostri tifosi hanno chiesto di essere scortati dalla polizia fuori dallo stadio, non sono stati accontentati e noi abbiamo organizzato un servizio di 50-60 taxi per loro. Da quel che sappiamo la maggior parte dei nostri tifosi rientrerà questa mattina in Italia”. Questa la ricostruzione di Calciomercato.com sui fatti della giornata di ieri. La vigilia tra Legia Varsavia e Lazio, gara valida per i gironi di qualificazione d’Europa League, è stata caratterizzata da numerosi scontri: 180 i tifosi laziali fermati intorno alle 16.30 in una delle piazze della capitale polacca, lì dove i 700 supporters biancocelesti si erano radunati per essere poi scortati allo stadio. A causa di alcuni tafferugli con le forze dell’ordine, la situazione è degenerata: lancio di bottiglie verso i poliziotti polacchi ma nessuno scontro tra le due tifoserie. Dei 180 tifosi fermati, 60 sono stati rilasciati: gli altri 120 invece verranno processati questa mattina per direttissima. Ora la Lazio rischia anche una squalifica da parte della Uefa. L’episodio di oggi pomeriggio va ad aggiungersi a quello della scorsa notte quando erano stati arrestati altri 17 sostenitori laziali nei pressi di un albergo di Varsavia dopo una rissa con altri clienti del medesimo hotel. Anche all’andata, nel settembre scorso, la vigilia era stata caratterizzata da un’atmosfera piuttosto concitata. Circa 2mila tifosi polacchi erano giunti a Roma e si erano resi protagonisti di alcuni episodi di vandalismo nel centro della capitale, scontrandosi poi con la polizia (un paio gli agenti feriti) nelle vicinanze dello Stadio Olimpico.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy