Juventus,Stellini dimesso”Scommesse io,no Conte”

Juventus,Stellini dimesso”Scommesse io,no Conte”

Nella giornata odierna il collaboratore tecnico della Juventus, Cristian Stellini ha indirizzato al presidente Andrea Agnelli una lettera che Mediagol.it vi riporta di seguito: Caro Presidente; gli.

Commenta per primo!

Nella giornata odierna il collaboratore tecnico della Juventus, Cristian Stellini ha indirizzato al presidente Andrea Agnelli una lettera che Mediagol.it vi riporta di seguito: Caro Presidente; gli eventi dell’ultimo mese mi hanno profondamente segnato. In poco tempo la mia prospettiva è cambiata: da componente dello staff tecnico della società campione d’Italia, obiettivo cui ho dedicato passione e professionalità, sono passato ad essere motivo di turbamento e di condizionamento per le persone con cui ho lavorato. Qualunque sia l’evoluzione delle vicende giudiziarie che mi coinvolgono, penso che sia doveroso da parte mia dimostrare serietà e sollevare l’ambiente della Juventus da un peso, cadutole sulle spalle, per fatti risalenti nel tempo ad altre stagioni della mia carriera, quando militavo in altre società. Da oggi penso che sia corretto dedicarmi con tutte le forze al chiarimento di quelle vicende, che riguardano esclusivamente la mia persona e non coloro i quali hanno semplicemente condiviso con me gli spazi di uno spogliatoio. Con la presente, quindi, rassegno irrevocabilmente le mie dimissioni da collaboratore tecnico della Juventus, non prima di aver ringraziato Lei, l’Amministratore Delegato Beppe Marotta, i dirigenti, Antonio Conte e tutti i calciatori, con cui ho avuto il privilegio di lavorare in questi 13 mesi. Tutti mi avete dimostrato grande solidarietà, a tutti devo grande riconoscenza. Con stima Cristian Stellini Il Presidente Andrea Agnelli ha così commentato le dimissioni del vice di Antonio Conte: “Prendo atto delle dimissioni di Cristian Stellini. Egli, così come durante tutta la sua esperienza juventina, dimostra grande senso di responsabilità e rispetto per i colori bianconeri in un frangente così difficile della sua vita”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy