Juve Stabia: comunicato società contro squalifiche

Juve Stabia: comunicato società contro squalifiche

Il prossimo avversario del Palermo, la Juve Stabia, ha subìto pesanti sanzioni a causa del comportamento tenuto al termine della discussa gara contro la Virtus Lanciano: lallenatore Piero.

Commenta per primo!

Il prossimo avversario del Palermo, la Juve Stabia, ha subìto pesanti sanzioni a causa del comportamento tenuto al termine della discussa gara contro la Virtus Lanciano: lallenatore Piero Braglia è stato in fatti squalificato per sei turni e il Presidente Manniello inibito sino al febbraio prossimo. La società campana ha questoggi diramato un comunicato ufficiale, con cui rende noto il fatto che presenterà ricorso alla Lega. Ecco il comunicato: “In merito alle decisioni del Giudice sportivo del 25/9/2013, in forza delle quali è stata inflitta l’ammenda di euro 12.500,00 alla società, la squalifica, fino al 5/11/2013, all’allenatore Piero Braglia e l’inibizione al Presidente Francesco Manniello ed al Vice Presidente Mario Mirko Manniello, rispettivamente fino al 18/2/2014 ed al 15/10/2013, a svolgere ogni attività in seno alla F.I.G.C., a ricoprire cariche federali ed a rappresentare la società nell’ambito federale, S. S. Juve Stabia SpA, al riguardo, ritiene assolutamente ingiustificate e sproporzionate la maggior parte delle decisioni assunte in quanto i fatti denunciati non corrispondono al reale svolgimento degli stessi come poi effettivamente documentati. Per i sopracitati motivi, verrà presentato, nelle Sedi competenti, il relativo ricorso volto ad accertare la verità dei fatti ed all’annullamento delle sanzioni di cui innanzi. Solamente dopo l’esito del ricorso infatti la Società assumerà la propria posizione nei confronti di decisioni che mortificano la dignità delle proprie componenti, creano difficoltà evidenti nella gestione della stessa e rischiano di compromettere la regolarità del campionato di Serie B tuttora in corso. Sicuramente non sarà la direzione di gara del sig. Bruno di Torino e dei suoi assistenti a far crollare la fiducia di questa Società nei confronti della classe arbitrale, verso la quale si rinnova il rispetto e la massima collaborazione. Nelle more delle decisioni definitive degli Organi aditi, confidando che possa essere ben presto verificata e ripristinata la verità dei fatti, la società chiede alla squadra ed a tutte le sue componenti, la massima concentrazione verso la prossima partita di Palermo dimostrando sul campo di gioco, il proprio valore e l’attaccamento ai colori gialloblu’”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy