IL FUTURO DI DELIO ROSSI DOPO LE DIMISSIONI DI WALTER SABATINI

IL FUTURO DI DELIO ROSSI DOPO LE DIMISSIONI DI WALTER SABATINI

Maurizio Zamparini probabilmente non avrà soltanto un problema da risolvere. Walter Sabatini lo ha mollato, scocciato delle continue e ingiuste critiche sulla sqadra, e adesso il prossimo.

Commenta per primo!

Maurizio Zamparini probabilmente non avrà soltanto un problema da risolvere. Walter Sabatini lo ha mollato, scocciato delle continue e ingiuste critiche sulla sqadra, e adesso il prossimo potrebbe essere verosimilmente Delio Rossi. Da buon padre di famiglia Rossi non abbandonerà i suoi ragazzi e tutta la baracca a metà campionato, ma a questo punto se davvero Sabatini lascerà la società (le dimissioni potrebbero essere rifiutate dal consiglio damministrazione del Palermo che si riunità venerdì 5 novembre), sarà molto difficile che accetti di rimanere rosanero anche per la prossima stagione. A fine anno, infatti, il contratto di Rossi scadrà. Rossi è uno che vuole garanzie, non è lultimo arrivato. Forse è lallenatore più preparato che abbia mai avuto questo club. E vero che nel primo contratto firmato tra lallenatore e la società cè una opzione per il rinnovo, ma laccordo in questo momento e in questi termini sarebbe una forzatura, probabilmente controproducente per tutti. Le richieste per Delio Rossi non mancano, lui è un numero uno che fa gola a molte squadre. Ha scelto Palermo spinto anche dal suo amico Walter Sabatini con il quale si era già trovato molto bene ai tempi della Lazio. Destate in ogni conferenza stampa Delio Rossi non perdeva occasione di far sapere al suo presidente della necessità di coprire meglio alcuni ruoli. Sabatini lo ascoltava e cercava soluzioni. Poi le proponeva a Zamparini che le bocciava. Soluzioni troppo dispendiose rispondeva Zamparini, siamo già forti così. Un giorno, dopo unamichevole in Austria, Rossi vedendo la difesa in grande imbarazzo andò su tutte le furie: voleva un difensore maturo, esperto, desperienza. Alzò la voce, si sfogò, poi con i giornalisti parlò con calma cercando di non dare troppo peso a quei problemi. Ora Sabatini non cè più. E Zamparini rischia di perdere a fine anno anche il maestro Delio Rossi. Che peccato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy