IL CAMPIONE FA LA DIFFERENZA? Il caso Palermo: i punti con Miccoli e senza Miccoli. Con il Capitano, Palermo da scudetto

IL CAMPIONE FA LA DIFFERENZA? Il caso Palermo: i punti con Miccoli e senza Miccoli. Con il Capitano, Palermo da scudetto

Dopo una lunga serie di stagioni gloriose, il Palermo sta vivendo una crisi senza precedenti nella sua storia. Cinque sconfitte consecutive, quattro delle quali contro avversarie dirette per.

Commenta per primo!

Dopo una lunga serie di stagioni gloriose, il Palermo sta vivendo una crisi senza precedenti nella sua storia. Cinque sconfitte consecutive, quattro delle quali contro avversarie dirette per l’accesso in Europa, sono il risultato di una squadra molle che sembra aver finito la benzina. Il cambio d’allenatore non ha dato la scossa necessaria per aiutare la squadra a uscire dalla crisi, l’ambiente è perplesso e la domanda che corre di mente in mente è sempre la stessa: come ha fatto una squadra che fino a qualche tempo fa dominava la scena proponendo un calcio spettacolare e cinico a trasformarsi in quella che a oggi sembra tutto meno che un club di Serie A? In tanti provano a trovare una spiegazione: c’è chi incolpa gli allenatori e chi il presidente, qualcuno attacca i giocatori e qualcun altro se la prende con gli arbitri o il “sistema”. Oggi più che mai è molto difficile sputare sentenze, quel che è certo è che analizzando minuziosamente il cammino rosanero salta fuori un dato inaspettato: il Palermo è Miccoli-dipendente. La sua importanza è sempre stata facilmente intuibile, certo, ma i numeri ci dicono che la squadra con il capitano in campo si trasforma, fino a diventare una corazzata da scudetto. Fenomeno o talismano? Probabilmente entrambe le cose. Per capire meglio il concetto è più utile dar voce ai numeri. PARTITE SENZA MICCOLI Partiamo dal dato allarmante e vediamo come il Palermo nelle 13 partite senza capitan Miccoli abbia raccolto solamente 3 vittorie, 2 pareggi e ben 8 sconfitte. Il totale è di 0,84 punti a partita, media che moltiplicata per le 38 giornate stagionali produrrebbe al termine del campionato appena 32 punti. Insomma, privata di Fabrizio Miccoli la squadra non riesce a brillare e tiene un passo da retrocessione matematica. Qui di seguito le partite nelle quali la squadra ha dovuto fare a meno del suo capitano: Giornata 1 Palermo 0-0 Cagliari Giornata 2 Brescia 3-2 Palermo Giornata 3 Palermo 1-2 Inter Giornata 4 Juventus 1-3 Palermo Giornata 5 Palermo 2-2 Lecce Giornata 6 Fiorentina 1-2 Palermo Giornata 7 Palermo 4-1 Bologna Giornata 8 Udinese 2-1 Palermo Giornata 9 Palermo 0-1 Lazio Giornata 20 Cagliari 3-1 Palermo Giornata 26 Bologna 1-0 Palermo Giornata 27 Palermo 0-7 Udinese Giornata 28 Lazio 2-0 Palermo PARTITE CON MICCOLI TITOLARE Detto ciò, può una squadra dipendere così da un singolo giocatore? Sin da piccoli ci hanno insegnato che il calcio è uno sport di squadra e che nell’intera storia il solo Diego Armando Maradona è riuscito a spostare gli equilibri di un club da solo. Se aggiungiamo che quella in corso non è di certo la miglior stagione di Fabrizio Miccoli da quando è sbarcato in Sicilia ecco che pare azzardato parlare di dipendenza. Giusto? No, perché basta analizzare i match con il “Romario del Salento” in campo per ritrovarsi in un brodo di giuggiole. Nel corso delle 13 partite giocate con il numero 10 titolare, fino alla sua uscita dal campo il Palermo avrebbe raccolto ben 9 vittorie, 4 pareggi e 0 sconfitte per un totale di 2,38 punti a partita, una media da scudetto. Ovviamente si tratta di fantacalcio e il tricolore probabilmente rimarrà ancora per molti anni nei sogni dei tifosi più indissolubili. Ma ciò che deve saltare all’occhio è l’apporto che Miccoli riesce a dare alla squadra con la sua presenza. Una sorta di portafortuna? Forse, ma non solo, perché il salentino rosanero ha sempre tanto da offrire alla causa del club. E non si tratta solo della classe e dei gol che mette al servizio di tutti, ma della consapevolezza che riesce a far crescere all’interno di ogni singolo e del gruppo. Del carisma che solo un vero leader sa trasmettere. Un po’ quello che succede in altre squadre con altri giocatori, con la differenza che la presenza di Fabrizio Miccoli cambia i connotati della squadra in un modo quasi paradossale, trasformando un buon gruppo in un’ammiraglia capace di qualsiasi impresa. Tante, troppe volte, il capitano è stato sostituito con il Palermo in vantaggio o in pareggio e altrettante volte sono arrivate scottanti delusioni. Eloquenti, in tal caso, la trasferta di Milano dove Miccoli fu richiamato in panchina con il Palermo avanti per 2-1 (gara terminata 3-2) e la partita casalinga contro la Fiorentina con il capitano uscito sul 2-2 (match terminato 2-4 per i viola). Ecco l’elenco delle partite nelle quali Miccoli è partito titolare e il dettaglio delle rimonte subite dopo la sua uscita dal campo: Giornata 12 Palermo 3-1 Catania (Titolare, uscito al 18’ del s.t. sul 2-1) Giornata 13 Cesena 1-2 Palermo (Titolare, uscito al 16’ del s.t. sul 1-2 dopo aver messo a segno il gol della vittoria) Giornata 14 Palermo 3-1 Roma (Titolare, uscito al 25’ del s.t. sul 2-0 dopo aver messo a segno il gol che ha aperto le danze) Giornata 15 Napoli 1-0 Palermo (Titolare, uscito al 21’ del s.t. sullo 0-0) Giornata 16 Palermo 3-1 Parma (Titolare, uscito al 36’ del s.t. dopo aver messo a segno il gol della vittoria) Giornata 17 Bari 1-1 Palermo (Titolare, uscito al 1’ del s.t. sullo 0-1) Giornata 18 Palermo 3-0 Sampdoria (Titolare, uscito al 18’ del s.t. sul 2-0 dopo aver messo a segno il gol della vittoria) Giornata 21 Palermo 1-0 Brescia (Titolare per tutti i 90’) Giornata 22 Inter 3-2 Palermo (Titolare, uscito al 19’ del s.t. sul 2-1 per il Palermo) Giornata 23 Palermo 2-1 Juventus (Titolare, uscito al 41’ del s.t. sul 2-1 dopo aver siglato la prima rete) Giornata 24 Lecce 2-4 Palermo(Titolare, uscito al 1’ del s.t. sul 1-1 dopo aver segnato con una splendida punizione. Unico caso in cui la squadra ha fatto meglio dopo la sua sostituzione) Giornata 25 Palermo 2-4 Fiorentina (Titolare, uscito al 31’ del s.t. sul 2-2) Giornata 29 Genoa 1-0 Palermo (Titolare, uscito al 10 del s.t. sullo 0-0) PARTITE CON MICCOLI SUBENTRANTE DALLA PANCHINA Per dovere di cronaca ecco di seguito le rimanenti partite nelle quali il capitano rosanero è entrato in campo dopo un tempo o più passato in panchina: Giornata 10: Palermo-Genoa 1-0 (Entrato al 35’ del s.t. con la partita già sull1-0) Giornata 11: Milan-Palermo 3-1 (Entrato al 4’ del s.t. sullo 0-0) Giornata 19: Chievo-Palermo 0-0 (Entrato al 37’ del s.t. sullo 0-0) CONCLUSIONI I dati sono incontrovertibili, il peso tecnico e carismatico del capitano rosanero è veramente alto. Fabrizio Miccoli è un giocatore che riesce a rendersi decisivo come in pochi sanno fare e questo dovrebbe far riflettere la società in vista del prossimo mercato. I giovani sono il futuro e vanno coltivati con cura e pazienza, ma sono i giocatori di carattere, qualità ed esperienza che riescono a migliorare ulteriormente un gruppo con delle buone basi come il Palermo. L’importante è tenere bene in testa che, come diceva lo scrittore francese François de la Rochefoucauld, “non basta avere grandi qualità: bisogna saperle amministrare”… a noi non resta che stare a guardare, sperando che il fenomeno rosanero riesca a fare della continuità la sua ennesima virtù. di Ivan Battaglia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy