IACHINI: “Siamo giovani, assenze ci penalizzano”

IACHINI: “Siamo giovani, assenze ci penalizzano”

Intervenuto in conferenza stampa, Beppe Iachini ha spiegato che il campionato di Serie B si decide solo sul finale perchè con i playoff allargati saranno tante la squadre a lottare fino.

Commenta per primo!

Intervenuto in conferenza stampa, Beppe Iachini ha spiegato che il campionato di Serie B si decide solo sul finale perchè con i playoff allargati saranno tante la squadre a lottare fino allultima giornata per un traguardo che comporta anche un premio economico. “Quando si può decidere questo campionato? Si decide alle ultime 2-3 giornate, capiamolo subito. Non crediate che potremo avere tanti punti di vantaggio. Siamo la seconda-terza squadra più giovane del torneo -ha detto Iachini in conferenza stampa nelle parole raccolte da Mediagol in merito allattuale rosa del Palermo- quando non siamo tutti ci manca qualcosa a livello di malizia. Però abbiamo ancora tante partite da affrontare, prendiamole una alla volta. Non pensiamo a quanti punti di vantaggio avremo, perché tutte le squadre ci affronteranno alla morte, più degli altri anni con 8 squadre per i playoff, significa che se un tempo verso la fine del campionato trovavi tante squadre in un limbo tra la zona playoff e quella playout che questanno non ci sarà. Sarà un campionato combattutissimo e lottato come mai prima -ha concluso il tecnico- certe squadre, anche nellottica degli 8 posti si sono rinforzate a gennaio, anche perché se entri nei playoff hai anche contributi in più. Chi non prende 2-3 pedine per provare a fare il salto di qualità?. Iachini ha poi voluto chiarire che nonostante le assenze, chi va in campo è motivato e gioca con lo stesso spirito degli assenti. “La squadra ha dimostrato di avere raggiungo una mentalità e uno spirito che è fondamentale per avere continuità di risultati. La crescita è proprio questa. In alcune partite abbiamo cambiato 5 giocatori nella linea di metacampo, per far capire che in 7 giorni abbiamo dovuto cambiare tutto eppure abbiamo fatto comunque una buona partita. Significa che la squadra ha raggiunto quel livello di conoscenza che serve per fare bene. La differenza già un paio di assenze spesso la fanno -ha spiegato Iachini nelle parole raccolte da Mediagol facendo un paragone con la Roma di Garcia- vedi la Roma senza Gervinho e Totti che fatica faceva. Eppure c’è tanta disponibilità dei ragazzi a voler fare quello che serve e i risultati si vedono”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy