IACHINI: “Per me no gerarchie, gioca chi dimostra”

IACHINI: “Per me no gerarchie, gioca chi dimostra”

“Se i titolari hanno precedenza su chi ha giocato finora? Per me non esistono gerarchie, nessuno è più importante dellaltro. Poi è chiaro che nella scelta della partita e degli.

Commenta per primo!

“Se i titolari hanno precedenza su chi ha giocato finora? Per me non esistono gerarchie, nessuno è più importante dellaltro. Poi è chiaro che nella scelta della partita e degli uomini da mandare in campo si sceglie di volta in volta”. E il parere espresso da Giuseppe Iachini in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Brescia. “Non è che se uno gioca significa che lallenatore è più bravo o se va in panchina è più scarso – ha aggiunto il tecnico rosanero dalle parole raccolte da Mediagol.it -. Tutti si devono sentire protagonisti, tutti si devono sentire importanti, perché nessuno ha mai vinto un campionato senza la partecipazione o la possibilità che tutti portino mattoni alla costruzione di una casa. Cè bisogno di tutti. Poi a seconda delle partite, delle caratteristiche della gara, si sceglierà la formazione. Però non è che se si gioca o meno dipende dal fatto di essere bravi o meno. Tutti avranno la possibilità di scendere in campo, la possibilità di ripagare la fiducia e di portare prestazioni importanti per il bene della squadra. Perché è questo il motivo per cui si viene stipendiati dal Palermo, ognuno è importante e – conclude – quando si è chiamati bisogna farsi trovare pronti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy