HERNANDEZ:”Mi voleva il Genoa.Mio fratello Edy”

HERNANDEZ:”Mi voleva il Genoa.Mio fratello Edy”

Dall’Uruguay dove Abel Hernandez aveva fatto bene arriva il salto in Italia, nel Palermo di Zamparini che lo acquista come lerede di Edison Cavani. Il numero 9 rosa intervistato da Tmw Magazine.

Commenta per primo!

Dall’Uruguay dove Abel Hernandez aveva fatto bene arriva il salto in Italia, nel Palermo di Zamparini che lo acquista come lerede di Edison Cavani. Il numero 9 rosa intervistato da Tmw Magazine ha parlato dei suoi primi mesi in Sicilia. “Con una tappa intermedia, diciamo. Perché stavo per andare al Genoa, era quasi tutto fatto. Avevo diciassette anni, il mio agente Pablo Bentancur con Mario Barilko, dopo due allenamenti in cui mi vide la dirigenza dei rossoblù, trovarono l’accordo. Poi feci le visite mediche, riscontrarono un piccolo problema al cuore ora più che risolto e non se ne fece più niente. Poi arrivò Palermo e soprattutto Cavani – ha raccontato la Joya dalle parole riprese da Mediagol.it – che è stato per me un fratello maggiore, un tutor. Non lo conoscevo ma quando sono arrivato in Sicilia è subito venuto a conoscermi, a spiegarmi il campionato, a raccontarmi la città, a farmi da traduttore”. Anche con la città, hai un feeling speciale. “Esatto: abito nella zona di Mondello e devo dire che mi ricorda molto Montevideo. Mi sento a casa mia, anche le persone sono molto calde ma tranquille, con me abitano mia madre e mio padre e spesso dall’Uruguay si sposta anche mia sorella”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy