Giorn.Sicilia: Zampa medita esonero,alternative..

Giorn.Sicilia: Zampa medita esonero,alternative..

Il momento “difficile” in casa Palermo è stato affrontato dal giornalista del Giornale di Sicilia Carlo Brandaleone nel suo editoriale odierno. Ecco alcuni stralci: “La spia.

Commenta per primo!

Il momento “difficile” in casa Palermo è stato affrontato dal giornalista del Giornale di Sicilia Carlo Brandaleone nel suo editoriale odierno. Ecco alcuni stralci: “La spia dell’emergenza si è accesa sabato notte, dopo il ko di Napoli tra le luminarie del San Paolo. Il ko più pesante del precampionato, benché ci fossero tutte le condizioni per un tracollo (anche ambientali e motivazionali). Una sconfitta che però ha evidenziato tutta la differenza di qualità tra rosanero e azzurri, che fino a pochi mesi fa gareggiavano alla pari. La prestazione del San Paolo (mezzo tiro in porta in tutta la gara, un bel passo indietro rispetto alla gara col Fenerbahce) ha fatto scattare l’allarme e la prima tentazione è stata quella di mettere alla sbarra l’allenatore e il suo staff – scrive Brandaleone – Ritenendo che Pioli non abbia mostrato la necessaria ‘determinazione’ per plasmare la squadra ormai tutta diversa da quella dello scorso anno, che oggi non ha punti di riferimento, non corre più degli avversari nonostante abbia iniziato la preparazione con due settimane di anticipo e che fatica a mettere insieme tre passaggi di fila. Sembra che per un attimo a Zamparini sia passato in testa di richiamare Delio Rossi, mettendo da parte il proprio orgoglio. Quasi un atto di umiltà, di attaccamento ai ‘colori sociali’. Lino Mutti, ex del Palermo nella stagione Sensi, un altro nome che è girato con frequenza tra i discorsi del management rosanero. Ma per ora Stefano Pioli non si tocca, Zamparini lo ha scelto personalmente e nonostante la delusione per questi primi risultati per questi primi risultati, vorrebbe portare avanti col tecnico emiliano il progetto rosanero”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy