GdS: “Su Pastore clausola rescissoria di 70 mln”

GdS: “Su Pastore clausola rescissoria di 70 mln”

Questa mattina nelledizione odierna della “Gazzetta dello Sport” è stato dato ampio spazio al fantasista del Palermo, Javier Pastore, che ha concesso una lunga intervista al quotidiano rosa..

Commenta per primo!

Questa mattina nelledizione odierna della “Gazzetta dello Sport” è stato dato ampio spazio al fantasista del Palermo, Javier Pastore, che ha concesso una lunga intervista al quotidiano rosa. Sempre stamane è apparsa la notizia della proposta da parte del patron rosanero, Maurizio Zamparini, di una maxi clausola rescissoria che permetterebbe alla società di viale del Fante di essere più forte al momento di una possibile cessione del gioiello argentino. La redazione di Mediagol.it vi riporta i passi salienti. “Il presidente del Palermo sta lavorando per trattenere Pastore. Ci riuscirà? Lui ci sta provando. E per questo ha avviato i contatti con l’agente del giocatore, Marcelo Simonian, sul rinnovo di contratto. Il problema non è certo la lunghezza (è già sino al 2013), mal’entità dell’ingaggio. Attualmente Pastore guadagna 850 mila euro a stagione e ora conta di avere un sostanzioso ritocco. Diciamo intorno al milione e 200 che è ora il top per la società siciliana: vale a dire il salario di Fabrizio Miccoli. Ma la parte più sostanziosa del nuovo accordo riguarda la “buonuscita” da riconoscere al giocatore e al suo entourage argentino. Nel contratto stipulato un anno e mezzo fa Zamparini ha speso 7 milioni, ma ha lasciato la titolarità del 30 per cento del cartellino al fondo argentino che aveva investito su Javier quando era ancora un ragazzo. Adesso, però, il proprietario del Palermo sta sistemando la questione con Marcelo Simonian, il potente agente che gestisce il talento di Cordoba. Un’operazione che comporterà una spesa rilevante. Nei piani di Zamparini, però, c’è l’idea di assottigliare la percentuale da riconoscere agli investitori in caso di vendita: diciamo intorno al 15 per cento. In cambio Zamparini sta insistendo per portare l’attuale clausola alla cifra-record di 70 milioni di euro. Tanto per rendere l’idea due anni fa il Milan vendette Kakà al Real Madrid per 67 milioni, ma quando aveva già vinto il Pallone d’Oro. La trattativa è più avviata. Il Palermo e Pastore è certo che stanno lavorando per una separazione consensuale. E con tutte le offerte all’orizzonte è dura che resistano alle lusinghe”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy