Gazzetta: “Quanti allenatori a spasso…”

Gazzetta: “Quanti allenatori a spasso…”

Sognano una panchina, intanto restano sotto lombrellone a godersi il meritato relax. Sono loro: gli allenatori senza squadra. Giovani e meno giovani con un lungo passato in serie A o con qualche.

Commenta per primo!

Sognano una panchina, intanto restano sotto lombrellone a godersi il meritato relax. Sono loro: gli allenatori senza squadra. Giovani e meno giovani con un lungo passato in serie A o con qualche buona esperienza che non trovano una panchina per le loro ambizioni. La Gazzetta dello Sport ha stilato una lista di questi nomi caldi, pronti a subentrare a qualche collega in difficoltà. “Alberto Zaccheroni si è rivisto abbronzato ai Riviera Beach Games. Lex tecnico della Juve non ha (per il momento) speranze di panchina e resta a riposo. Non si hanno tracce di Davide Ballardini: lo scorso anno, di questi tempi, aveva vinto una Supercoppa italiana con la Lazio (contro lInter) ed era tra gli emergenti. Eppure dopo lesonero dalla Lazio, non ha ancora trovato squadra. A riposo anche Papadopulo (in carriera: 2 promozioni in A e 2 in B), De Biasi, Mutti, Malesani, Silvio Baldini, Cosmi e Mario Beretta: il 14 giugno ha firmato con il Paok di Salonicco; è stato poi esonerato il 22 luglio senza giocare nemmeno una partita ufficiale. Nellestate del 2009 i nomi di Ferrara, Leonardo, Gregucci, Donadoni (i più noti), hanno accompagnato il progetto di trasferire il “modello Guardiola” anche in Italia. Sono così arrivati Ferrara alla Juve, Donadoni al Napoli, Leonardo al Milan, Gregucci allAtalanta. Tra questi, solo Leonardo ha concluso la stagione; gli altri sono finiti disoccupati prima della primavera. Giovani lasciati ai box, come Gianfranco Zola esonerato dal West Ham a maggio, o come Alessandro Costacurta, a spasso dopo lesperienza al Mantova, in compagnia di Luca Fusi (ex Foligno), Moreno Torricelli (ex Figline) e Alberico Evani (ex San Marino). Dalla A di Agostinelli alla V di Vialli. Tanti nomi e cognomi, uomini, allenatori, sui quali si sono spenti da tempo i riflettori. Nel capitolo dei dimenticati si trovano storie di tecnici esperti come Cagni, Mondonico, Scala, Sonetti, Vavassori; o più giovani come Agostinelli, Camolese, Cuccureddu, Galderisi, Vierchowod. E ancora come gli ex c.t. delle Nazionali giovanili Paolo Berrettini e Claudio Gentile”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy