Gazzetta: … occhio a Sanchez e Mchedlidze

Gazzetta: … occhio a Sanchez e Mchedlidze

Su ‘La Gazzetta dello Sport’, nell’articolo realizzato da Luca Bianchin, viene analizzato l’impiego, relativamente al 2008, di giocatori under 21 nelle squadre di serie A. Una.

Commenta per primo!

Su ‘La Gazzetta dello Sport’, nell’articolo realizzato da Luca Bianchin, viene analizzato l’impiego, relativamente al 2008, di giocatori under 21 nelle squadre di serie A. Una ricerca dalla quale emergono luci ed ombre: se infatti cresce il numero di giovani centrocampisti ed attaccanti che guadagnano sempre più presenze nel massimo campionato, i dati sono invece sconfortanti per quanto riguarda i difensori. Scrive il giornalista: “Nelle prime 17 partite di serie A si sono visti poco più di trenta ragazzi che ancora non hanno festeggiato il ventiduesimo compleanno… In generale, siamo in crescita rispetto al 2007-08, anno di crisi vera. Perché tutti pensano a Balotelli ma pochi hanno notato che nella scorsa stagione in A hanno giocato solo 71 under 21. Solo un anno prima eravamo a 84, continuando così nel 2009 arriveremo a 74. Stopper dimenticati: Oltre la buona notizia c’è un segnale preoccupante. Su 33 baby, solo 7 sono difensori: Brivio, Papastathopoulos e Vanden Borre al Genoa, De Silvestri alla Lazio, Kjaer al Palermo, Ogbonna al Torino e Darmian al Milan. Antonio Rocca, assistente di Casiraghi nell’under 21 e punto di riferimento delle giovanili azzurre, commenta così: ‘Il difensore italiano sta perdendo le sue abilità in marcatura per trasformarsi in centrocampista’…. La A del futuro: L’altra faccia della medaglia è la crescita di centrocampisti e attaccanti. In Italia, ad esempio, ci sono ragazzi come Okaka (Roma), Di Gennaro (Reggina), e Paolucci (Catania). Ma le squadre di A guardano stabilmente anche ai giovani europei e, qualche volta, comprano. In estate la Fiorentina ha preso Jovetic e l’Udinese ha puntato su Sanchez: un ’89 e un ’88 per cercare idee giovani con la palla tra i piedi. E’ un po’ il progetto che hanno in mente il Catania con Morimoto e la Juve con Fausto Rossi, a 18 anni già piccolo Giovinco, quindi erede dell’erede di Del Piero. Rossi è un ’90 come Balotelli, Mchedlidze (Palermo) e Forestieri”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy