Gasperini: “Mio Palermo indebolito da cessioni”

Gasperini: “Mio Palermo indebolito da cessioni”

“A Palermo ero stato 5 anni da calciatore, è stata una decisione dettata dal cuore”. Queste le parole di Gian Piero Gasperini, intervistato da La Repubblica. L’ex tecnico rosanero, attualmente.

Commenta per primo!

“A Palermo ero stato 5 anni da calciatore, è stata una decisione dettata dal cuore”. Queste le parole di Gian Piero Gasperini, intervistato da La Repubblica. L’ex tecnico rosanero, attualmente sulla panchina del Genoa, è tornato a parlare della meno fortunata parentesi in Sicilia. “Una scelta sbagliata. La squadra, che si era classificata quintultima, era stata indebolita con la cessione di 4 giocatori importanti: Balzaretti, Sirigu, Silvestre e Migliaccio – ha spiegato Gasperini -. E subito aveva perso a causa di infortuni gravi anche Hernandez e Mantovani. A Zamparini avevo detto già di no l’anno precedente. Ma quando mi ha detto: ‘Mister, sono in difficoltà e lei mi può aiutare’, credevo che si potesse fare un certo tipo di lavoro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy