Gascoigne: “Bevevo, sniffavo e poi giocavo”

Gascoigne: “Bevevo, sniffavo e poi giocavo”

Paul Gascoigne ospite del programma “This Morning”, ha raccontato gli anni in cui giocava da professionista passati tra alcol e droga. Il 44enne ex centrocampista di Tottenham e Lazio ha raccontato.

Commenta per primo!

Paul Gascoigne ospite del programma “This Morning”, ha raccontato gli anni in cui giocava da professionista passati tra alcol e droga. Il 44enne ex centrocampista di Tottenham e Lazio ha raccontato di come facesse abitualmente uso di cocaina prima delle partite e non solo. “Una volta si è avvicinato un tizio e mi fa Gazza sei tu?. Gli ho risposto di si, e lui mi ha detto che oggi avevano scritto che ero morto. I giornali fanno di tutto per vendere qualche copia. Ero morto veramente. Quando mi svegliai in ospedale, dopo l’incidente, mi dissero che ero deceduto due volte in ambulanza, e che erano riusciti in extremis a rianimarmi. Avevo un polmore perforato, fratture facciali e l’anca martoriata. Come ho superato quel momento? Mah, non mi sono preoccupato, ed appena mi hanno dimesso, sono andato a casa per bere. Quando giocavo arrivavo a bere nove bicchieri di brandy al giorno e poi sniffavo per contrastare gli effetti dellalcol. Poi le cose precipitarono in poco tempo arrivai in tre mesi a bere quattro bottiglie di whisky al giorno, a sniffare e a scendere in campo subito dopo. Nel mio piccolo sono stato un grande. Sono stato il più costoso trasferimento dell’epoca dal Newcastle al Tottenham, dal Tottenham alla Lazio, dalla Lazio al Glasgow, dal Glasgow al Middlesbrough, a quasi 30 anni d’età. Questo vorrà dire qualcosa no? Vorrei vedere calciatori che hanno avuto questo score, ho vinto 8 trofei a Glasgow, la FA Cup, ho giocato la Coppa del Mondo. Ho smesso di giocare per il bere, altrimenti ero l’uomo partita sempre quando ero nell’Everton a 35 anni… bei tempi. Sono un alcolizzato, lo so – ha concluso Gascoigne – ma ora tutto sta cambiando in meglio. Mi godo la vita, gioco a golf e sorrido, i muscoli sono sempre quelli e anche se non mi alleno più ma qualcosa ancora funziona, tranne quelli delle parti basse”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy