GALLIANI: “IL BARBERA CAMPO MOLTO OSTICO”

GALLIANI: “IL BARBERA CAMPO MOLTO OSTICO”

Giornata di conferenze stampa che si sta svolgendo a bordo della nave da crociera MSC Splendida ormeggiata al porto di Palermo, protagonista lAmministratore Delegato del Milan Adriano Galliani..

Commenta per primo!

Giornata di conferenze stampa che si sta svolgendo a bordo della nave da crociera MSC Splendida ormeggiata al porto di Palermo, protagonista lAmministratore Delegato del Milan Adriano Galliani. Mediagol.it, presente con alcuni suoi inviati, vi riporta le parole del massimo dirigente rossonero. “Quando ho capito che Allegri era perfetto? Sabato sera alle 22.35 (scherza, ndr). Battute a parte, scegliere gli allenatori è difficile, ci sono le stesse difficolta di qualunque capo dazienda quando sceglie i suoi dirigenti, collaboratori etc… Ti affidi allintuito e ti auguri di non sbagliarti, sono intuizioni, le stesse che hai quando cerchi di prendere un giocatore. Io dicevo che secondo me lui aveva tutti i presupposti per essere lallenatore ideale del Milan, normalmente la prima scelta è di Berlusconi, quando scelse Sacchi fu tutta sua. Il bel gioco è la nostra discriminante e costante, cerchiamo tecnici che facciano giocare bene al calcio. 25 anni fa ho avuto la fortuna di giocare quattro volte con il Parma tra precampionato e Coppa e vedevamo giocare bene questa squadra. Io ho visto in campo il Sassuolo, il Cagliari e secondo me le squadre di Allegri giocavano bene. Abbiamo pensato che se faceva bene in quelle squadre poteva farlo anche nel Milan. Cerchiamo di vincere convincendo attraverso il gioco, adesso pensiamo di aver visto giusto su Allegri”. E sulla partita di stasera Galliani aggiunge: “Giochiamo su un campo molto ostico perché negli ultimi anni Palermo è lo stadio dove abbiamo fatto meno punti in assoluto, abbiamo guadagnato più punti in casa di Inter e Juve. Una volta queste squadre si chiamavano bestia nera, speriamo diventi bianca. Dobbiamo vincere, 3-3 è un risultato difficile, avendo fatto 2-2 allandata abbiamo un solo risultato possibile, vincere… Ci proviamo. Di sicuro se non andremo avanti, ma io mi auguro il contrario, non sarà perchè abbiamo sottovalutato limpegno, non so quante squadre non sarebbero tornate in città a festeggiare lo scudetto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy