Ex glorie Slovene:”Ilie#269;ie#269; come Messi,ma no fretta”

Ex glorie Slovene:”Ilie#269;ie#269; come Messi,ma no fretta”

La stampa slovena ha dato ampio risalto a Josip Ilie#269;ie#269;, sbarcato a Palermo e subito protagonista con gol pesanti e ottime giocate insieme al suo compagno Armin Bae#269;inovie#269;. I.

Commenta per primo!

La stampa slovena ha dato ampio risalto a Josip Ilie#269;ie#269;, sbarcato a Palermo e subito protagonista con gol pesanti e ottime giocate insieme al suo compagno Armin Bae#269;inovie#269;. I complimenti per i due si sprecano e Mediagol.it vi propone alcuni commenti illustri. “Sono daccordo con il ct quando dice che non bisogna esporli e addossarli di troppe pressioni e responsabilità, perché stiamo parlando di due ragazzi di 20 e 22 anni con un grande futuro davanti che non scappano di certo da nessuna parte – ha dichiarato Zlatko Zahovic, attuale direttore sportivo del Maribor ed ex stella della nazionale slovena di cui è stato fantasista e capitano indiscusso sul finire degli anni novanta e nei primi anni duemila – Così non cè motivo di aver fretta, di creare pressioni e grandi aspettative. Limportante è tirare fuori da queste due partite sei punti. Per adesso stanno facendo grandi cose, tutti parlano di loro, ma devono essere ben gestiti, altrimenti possono benissimo bruciarsi altrettanto velocemente. Ma io credo in loro, penso sia Ilie#269;ie#263; che Bae#269;inovie#263; siano sulla strada giusta”. Brane Obak, ex talentuosissimo centrocampista sloveno con un passato al Bayern, che ha allenato la nazionale dal 2004 al 2006 invece non ha dubbi. “Io vorrei vedere Ilie#269;ie#269; titolare nella prossima partita. E da tanto tempo che la Slovenia non ha un giocatore capace di tirare dalla distanza e decidere una partita. E un tipico mancino come Lionel Messi oggi e come era un tempo Dragan Džajie#269;, che in ogni momento può decidere la partita – ha spiegato Obak – Certo deve lavorare ancora molto, ma è un giocatore che può arrivare in alto”. Parere in contrapposizione quello di Bojan Prašnikar, ex giocatore ed allenatore della nazionale slovena dal 2002 al 2004. “Non è il momento adatto per un cambiamento così importante nella squadra titolare. Abbiamo assolutamente bisogno della vittoria. In questa squadra ci sono specifiche gerarchie e questo sistema di gioco va rispettato – ha dichiarato l’attuale tecnico del Rudar – Ilie#269;ie#269; ha dato grande prova delle sue capacità col Maribor e col Palermo ma in nazionale non si è ancora espresso su quei livelli, sono sicuro che accadrà presto, ma dovrà lottare per ottenere un posto”. Riproduzione consentita esclusivamente citando la fonte Mediagol.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy