ESCLUSIVA – MANGIA: “Ho chiamato Zampa, sono umile. Mio Palermo da stagione serena. Mutti, io ho lanciato altri rosa! Sannino ok. Futuro Miccoli ed esclusione Budan…”

ESCLUSIVA – MANGIA: “Ho chiamato Zampa, sono umile. Mio Palermo da stagione serena. Mutti, io ho lanciato altri rosa! Sannino ok. Futuro Miccoli ed esclusione Budan…”

Lex tecnico del Palermo torna a parlare della sua esperienza in rosanero affrontando tutti gli argomenti più interessanti: dalle esclusioni di Alexandros Tzorvas e Igor Budan alle differenze.

Commenta per primo!

Lex tecnico del Palermo torna a parlare della sua esperienza in rosanero affrontando tutti gli argomenti più interessanti: dalle esclusioni di Alexandros Tzorvas e Igor Budan alle differenze di rendimento tra le sfide casalinghe e quelle in trasferta, parlando anche di Sannino e del futuro dei senatori rosa. Intervista di Leandro Ficarra e Francesco Graffagnini MANGIA a Mediagol: “I VOTI AL MIO PALERMO” “Devo dare un voto alla stagione del mio Palermo? Nel complesso, se risultati alla mano devo considerare un 9 per le partite in casa e un 4 per quelle in trasferta, dico facendo una media 6,5. Del resto in Italia sembra che conti solo il risultato che conquisti e in fin dei conti noi avevamo fatto 20 punti in 15 partite, a fine anno si sarebbe arrivati in una posizione credo serena viaggiando su questa media punti. Con quella proiezione abbiamo lasciato una buona base di partenza, considerando i punti fatti in quelle partite”. Così Devis Mangia, nel corso di un’intervista rilasciata in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it. MANGIA: “Il mio rimpianto più grande in rosa…” “Cosa mi rimprovero della mia gestione in rosanero? Dal punto di vista esterno è facile dire gli infortuni in attacco ma a prescindere da tutto io so che devo migliorare e crescere. Ho analizzato alcune cose che avremmo potuto fare meglio, cercherò di mettere da parte questa esperienza per crescere in futuro. Ho sempre detto che era la mia prima esperienza in serie A, qualche errore doveva essere messo in conto, ci si trovava davanti a situazioni anche nuove, alcune cose potevano essere fatte meglio ma non ho visto mai nessuno arrivare senza sbagliare. Di sicuro qualche errore lho fatto, limportante è vedere lerrore come punto di partenza per ripartire e migliorare”. Parola di Devis Mangia, intervistato in esclusiva dalla redazione di Mediagol.it. MANGIA: “MOTIVI ESCLUSIONE DI TZORVAS” Devis Mangia, nel corso di un’intervista rilasciata in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it, ha parlato dell’esclusione del portiere greco Alexandor Tzorvas. “Perché l’ho escluso? Per quanto riguarda Alex, è stata una scelta fatta da me in quel momento ma credetemi era solo una normalissima scelta, senza niente dietro: ho visto delle cose, ritenevo opportuno cambiare in quel momento – ha spiegato il mister di Cernusco sul Naviglio – Cerano delle problematiche nella gestione della fase difensiva e quella di cambiare secondo me era la scelta giusta. Ho visto che poi il Palermo ha cambiato comunque portiere tesserando Viviano, quindi evidentemente non sono stato il solo a pensarla in questo modo”. MANGIA: “SU BUDAN HO SBAGLIATO, SPIEGO…” “Con me Budan giocava poco? Ho letto delle cose e mi dispiace. E’ sempre meglio parlare dal vivo con le persone. Igor è un ragazzo che stimo, so che è a modo, sono convinto che avrebbe potuto dare una mano. Nel momento iniziale abbiamo pensato di puntare su una squadra con un’età media più bassa, per linput che avevo ricevuto. Lunica cosa che avrei voluto modificare è la gestione di Igor negli ultimi 10-15 giorni miei a Palermo. Anche lui sa che non riusciva, inizialmente, ad allenarsi in modo completo in settimana, nelle ultime settimane aveva avuto spazio anche con me. Però, ripensandoci avrei potuto forzare le cose e gestirlo meglio negli ultimi 15 giorni del mio percorso a Palermo”. Così Devis Mangia, in esclusiva alla redazione di Mediagol.it. MANGIA: “MUTTI, IO HO LANCIATO ALTRI ROSA” L’ex tecnico rosa Devis Mangia, nel corso di un’intervista esclusiva concessa alla redazione di Mediagol.it, ha spiegato perché l’attaccante croato Igor Budan non è riuscito a trovare molto spazio durante la sua gestione da Coach rosanero. “Fino ad un certo punto, si riteneva che non cerano le condizioni per farlo giocare. Penso di aver avuto rispetto nei suoi confronti, gli ho detto: non ti porto neanche in trasferta, perché poi magari non giochi, non mi sembra rispettoso nei tuoi confronti farti fare non so quanti chilometri per poi lasciarti in panchina o ancora peggio mandarti in tribuna- ha precisato Mangia -. Ho letto che sono stati rigenerati dei giocatori lasciati nel dimenticatoio, ma dobbiamo dire, che anche altri hanno trovato meno spazio, è il calcio, ne scendono in campo soltanto 11. Cera una filosofia, avevo privilegiato un giocatore dalletà media minore. Diciamo che Mutti ha rigenerato Budan però se dobbiamo stare qui a dire ognuno chi ha rispolverato e chi ha tenuto fuori faremmo notte (ride, ndr). Ad esempio io posso dire di aver lanciato e puntato su giocatori giovani come Varela, Zahavi e Acquah che poi nella seconda parte della stagione hanno trovato meno spazio. Credo che non c’è una gestione giusta o una sbagliata, fa tutto parte del momento. Poi è chiaro che ognuno tiri acqua al proprio mulino…”. MANGIA: “Tutto sul mio rapporto con Pioli e Mutti” “Se mi ha mai chiamato Mutti? No, non cè stata nessuna telefonata da parte sua. Ma sinceramente, per carattere e per principio, neanche io quando sono subentrato sulla panchina del Palermo ho telefonato a Pioli ma perché volevo farmi unidea mia senza farmi condizionare da quello che avrebbe potuto dirmi il collega dal suo punto di vista. Con Stefano, comunque, ci siamo poi visti perché con il master Figc siamo andati anche a Bologna e abbiamo avuto modo di parlare un po e il nostro posso dire che è un rapporto buono, cè stima reciproca. Con Mutti ci siamo intravisti alla Panchina doro a Coverciano, ma non cè stato modo di parlare con lui. Però non c’è nessun problema tra noi”. Questo è quanto ha dichiarato Devis Mangia, intervistato in esclusiva dalla redazione di Mediagol.it. MANGIA: “HO CHIAMATO ZAMPA, SONO UMILE” Devis Mangia, nel corso di un’intervista radiofonica rilasciata in esclusiva alla redazione di Mediagol.it, ha precisato di non aver avuto alcun contatto con il presidente Zamparini, neanche quando alcuni “rumors” durante la stagione lo volevano di ritorno sulla panchina rosanero. “Se Zamparini mi ha contattato durante la crisi di Mutti? Non cè stato mai nessun contatto vero dopo lesonero, ma soltanto una telefonata da parte mia per chiarire una cosa. Il presidente, secondo me, si era fatto una diversa opinione di Devis Mangia uomo, abbiamo chiarito: ci tenevo a farlo. Riguardo al mio modo di essere. Del Presidente ho grande stima, quella rimane – ha raccontato Mangia – Anche oggi ha parlato di me dandomi forse qualche consiglio? Le sue parole mi fanno piacere, è una persona che continuerò a ringraziare. Lepilogo e le scelte che una società può prendere fanno parte del gioco. Prenderò il consiglio datomi da Zamparini, ma umile sono ed umile resto. Mi definisco ambizioso, ma ambizione ed umiltà non vanno in contrasto”. MANGIA: “Che bravo Beggi, baby super! Bollino…” Intervistato in esclusiva dalla redazione di Mediagol.it, Devis Mangia ha anche speso parole di elogio per la formazione Primavera del Palermo che si è qualificata alle “Final-Eight” del torneo di categoria. “Un giudizio su Beggi? Lui è un bravissimo allenatore, mi ero premesso di consigliarlo a Sogliano per sostituirmi alla guida della primavera. Avevo pochi dubbi su di lui, poi è anche un amico. Il direttore Sogliano aveva creato una buona squadra. Adesso sono arrivati alle finali, con unetà media davvero bassa. Il Palermo è lunica squadra che non ha neanche un ‘92 in rosa. Sono molto contento per questi ragazzi. Sono tutti bravissimi e validi giocatori – ha spiegato il mister – Cosa penso di Bolino? Basta dire che lho fatto esordire in prima squadra, significa che avevo grande considerazione su Mauro e il suo rendimento stagionale non mi ha assolutamente sorpreso: è un ragazzo dalle ottime potenzialità ma in questa Primavera ce ne sono davvero diversi. Ho visto la partita domenica in tv e meritano un plauso ad esempio ragazzi come Micai e Di Chiara ma anche Vassallo ha fatto una stagione incredibile. Poi dovrei citare tutti gli altri, penso a Prestia e Silvestri, ma dovrei stare unaltra ora per citarli tutti (ride, ndr). Se avessi avuto la possibilità avrei fatto esordire qualcunaltro in prima squadra”. MANGIA: “Sannino rosa sarebbe colpo. Perinetti…” A Varese il binomio Sannino-Mangia ha regalato successi alla prima squadra e alla formazione Primavera. A distanza di qualche mese dal rispettivo esordio da allenatori nella massima serie, i due potrebbero avere ancora dei legami “incrociati”. Mangia grazie al Palermo si è affacciato al grande calcio, in Sicilia Sannino potrebbe invece raggiungere Perinetti e avere la prima grande chance della sua carriera. “Beppe è un grandissimo professionista, credetemi: stiamo parlando di un tecnico di grande livello. Ha delle grandi qualità – ha detto Mangia in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it – Non so se allenerà il Palermo, come sto sentendo da un po di tempo a questa parte in giro, ma certamente sarebbe un bel colpo puntare su uno come lui. Quello che posso fare personalmente è limitarmi nel giudicare la persona e lallenatore e di Sannino, uomo e collega, non posso che parlarne benissimo. So che con ogni probabilità in Sicilia arriverà anche il direttore Perinetti che non devo certo presentare io, per lui parla già la sua carriera. Diciamo che ci sono delle grandi professionalità in arrivo a Palermo”. MANGIA: “Miccoli, Balza, Migliaccio via? Penso…” Fabrizio Miccoli, Giulio Migliaccio e Federico Balzaretti. Tre senatori dello spogliatoio rosanero che per motivi diversi – secondo gli ultimi “rumors” di calciomercato – potrebbero anche lasciare Palermo a fine stagione dopo un lungo ciclo in Sicilia. Anche su questo argomento è stato incalzato lex tecnico rosa Devis Mangia, nel corso dellintervista rilasciata in esclusiva alla redazione di Mediagol.it. “Non mi sento di entrare nel merito di vicende che non posso conoscere non essendo neanche più presente e partecipe nel quotidiano in casa Palermo – la premessa del mister ex Varese – quello che posso dire è che sono tre grandissimi uomini. Il mio giudizio parte sempre dalluomo, poi si arriva al calciatore. Sono dei ragazzi veramente di alto livello, mi hanno dato una grande mano nel mio percorso a Palermo e gli auguro tutte le migliori fortune in carriera ma credetemi che quello che faranno non lo so e non posso neanche giudicarlo”. AUDIO, INTW INTEGRALE MANGIA A MEDIAGOL Mediagol.it vi propone laudio integrale dellintervista esclusiva realizzata da Leandro Ficarra e Francesco Graffagnini a Devis Mangia. Lex tecnico del Palermo è stato tra gli ospiti odierni nel corso del consueto appuntamento con Radio Mediagol, in onda dal lunedì al venerdì su Radio Action FM 101.2 alle 17.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy