DONATI: “Gasperini sa come metterci in campo”

DONATI: “Gasperini sa come metterci in campo”

Lazione del Palermo comincia dal portiere, nessun rilancio lungo, ma una costruzione fine che passa dai piedi di Massimo Donati. “Devo dire che ci provavamo anche con mister Sannino, senza riuscirci,.

Commenta per primo!

Lazione del Palermo comincia dal portiere, nessun rilancio lungo, ma una costruzione fine che passa dai piedi di Massimo Donati. “Devo dire che ci provavamo anche con mister Sannino, senza riuscirci, la differenza forse è il modo in cui eravamo disposti in campo. Forse lessere tre in difesa, spesso in 5, ci permette di sapere come disporci in base agli avversari, il mister prepara molto bene le partite e ci dice come metterci a seconda della squadra che affrontiamo. Ci piace molto fare questo tipo di gioco – ha detto a TRM -, palla a terra e rischiando. Chi non risica non rosica, bisogna provarci se vogliamo vincere le partite. Gasperini cercava un giocatore che potesse far comicniare il gioco dalla difesa, mi chiese se volevo farlo. Una volta feci unamichevole col Manchester City da centrale difensivo contro Adebayor, Bellamy e Tevez, fu una delle mie migliori partite al Celtic, allora giocavo in difesa e andò davvero molto bene. A volte si giudicano solo i cambi, ma è facile parlare dopo al partita, un allenatore deve invece, valutare diverse condizioni”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy