Di Matteo:”Mi stavano amputando la gamba, poi..”

Di Matteo:”Mi stavano amputando la gamba, poi..”

Il tecnico del Chelsea Roberto Di Matteo, ripercorre questi ultimi 15 anni in Inghilterra e il passo che lo ha portato ad essere il tecnico dei blues. “Mi ha aiutato tanto essere già.

Commenta per primo!

Il tecnico del Chelsea Roberto Di Matteo, ripercorre questi ultimi 15 anni in Inghilterra e il passo che lo ha portato ad essere il tecnico dei blues. “Mi ha aiutato tanto essere già dellambiente ed ex giocatore di questa squadra – ha raccontato a Gazzetta Tv – Sono tanti anni che sto qui e conosco molti giocatori che oggi fanno parte della rosa. Certo la dirigenza è combiata molto in questi 15 anni, mi è dispiaciuto dover interrompere la mia carriera di calciatore ma non avevo scelta. Un giorno ero un professionista, il giorno dopo il medico mi ha detto: se continuiamo così rischiamo di amputare la gamba. A quel punto per una serie di problemi, infezioni e complicanze al perone, ho deciso di smettere. Avevo preso in un colpo solo una tripla frattura a tibia e perone. In 18 mesi mi ero operato 10 volte e non avevo risolto nulla. Oggi – prosegue Di Matteo – sono un tecnico, ho ripreso a fare quello che mi piace realmente e se riesco a portare il Chelsea in finale di Champions League posso ritenermi soddisfatto. Il Barça è forte, fortissimo, hanno un collettivo da paura, ma loro hanno problemi con il nostro gioco, lo soffrono maledettamente e fino a quando non iniziamo a giocare abbiamo il 50% di possibilità di passare il turno. Partiamo alla pari e vedremo chi vincerà”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy