Di Marzio:”Sabatini chiese a Bigon un giocatore”

Di Marzio:”Sabatini chiese a Bigon un giocatore”

“Quando il Napoli pensava a Cavani nessuno lo sapeva. E nessuno forse sa che il Palermo in cambio chiese Quagliarella, storia di almeno un mese e mezzo fa. Sabatini e Bigon, attenti a quei due: si.

Commenta per primo!

“Quando il Napoli pensava a Cavani nessuno lo sapeva. E nessuno forse sa che il Palermo in cambio chiese Quagliarella, storia di almeno un mese e mezzo fa. Sabatini e Bigon, attenti a quei due: si incontravano di nascosto, lontano dai mille occhi indiscreti del mercato, facevano perdere le loro tracce, mettevano in piedi quella che poi è diventata la sorpresa dell’estate. “Vuoi Cavani? Perché allora non ci dai Quagliarella ?”, tutto cominciò così. E finì anche così. Perché lo scambio non si poteva fare, il veto del Napoli su Fabio era categorico, lo è diventato ancora di più dopo quella mezz’ora mondiale che lo ha consacrato idolo azzurro. Così la trattativa più segreta del 2010 è continuata senza Quagliarella, proseguendo sul binario tutto uruguaiano, con quel viaggio in macchina lungo il fiume Rio Uruguay e quel contratto che non voleva più arrivare, tutta colpa della coda alla frontiera. La firma è arrivata nella notte, il più tranquillo era proprio Edinson: mentre i napoletani fremevano, lui andava a caccia nella sua Salto, pronto poi a firmare e siglare le cinquanta pagine del contratto quando in Italia ormai nessuno ci credeva più”. Sono le parole di Gianluca di Marzio, noto opinionista di calciomercato di Sky Sport a Udineseblog.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy