Di Canio: “Caro O’Neill,il ciarlatano non sono io”

Di Canio: “Caro O’Neill,il ciarlatano non sono io”

Intervistato dai microfoni di SkySports, l’ex allenatore del Sunderland, Paolo Di Canio, ha risposto per le rime al tecnico che lo ha rilevato sulla panchina dei Black Cats, Martin O’Neill, che gli.

Commenta per primo!

Intervistato dai microfoni di SkySports, l’ex allenatore del Sunderland, Paolo Di Canio, ha risposto per le rime al tecnico che lo ha rilevato sulla panchina dei Black Cats, Martin O’Neill, che gli aveva dato del ciarlatano. “Non so se lui conosce il significato della parola ciarlatano ma forse posso insegnarglielo io sebbene non sia inglese – ha dichiarato l’ex stella della Lazio -. Rispetto la sua opinione, ma il fatto che parli dopo sei mesi la dice lunga sul suo livello. Un ciarlatano è un allenatore che spende 40 milioni di sterline per essere fra i primi dieci per poi finire in zona retrocessione. Per quanto riguarda la preparazione, ho saputo che alcuni calciatori si lamentavano di avere dei crampi quando guidavano la macchina, tre calciatori si sono infortunati al polpaccio dopo aver giocato 20 minuti, e avere sei giocatori diversi con problemi fisici è un dato che dimostra come non fossero preparati adeguatamente”, ha concluso Di Canio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy