DG CESENA:“Mercato italiano bloccato e così noi…”

DG CESENA:“Mercato italiano bloccato e così noi…”

L’impatto della matricola Cesena, prossimo avversario del Palermo di Delio Rossi, con la massima serie è stato sicuramente positivo: bel gioco, risultati importanti contro le big e.

Commenta per primo!

L’impatto della matricola Cesena, prossimo avversario del Palermo di Delio Rossi, con la massima serie è stato sicuramente positivo: bel gioco, risultati importanti contro le big e giovani dal sicuro avvenire messi in mostra in questo primo scorcio di stagione. Lo conferma il direttore generale del club romagnolo Luca Mancini, intervistato in esclusiva dalla redazione di Mediagol.it. “Certamente il nostro impatto con la serie A è stato importante, abbiamo esordito pareggiando a Roma e vincendo in casa contro Milan e Lecce, per le prime giornate ci siamo proiettati addirittura in testa alla classifica e poi abbiamo subito qualche battuta d’arresto, perdendo tre partite immeritatamente all’ultimo minuto. Poi – continua il dirigente bianconero – abbiamo battuto la Lazio. Nel complesso siamo contenti del nostro operato anche perché siamo pieni di giovani e di stranieri che ancora si devono adattare al nostro calcio italiano”. Giocatori come Parolo, Giaccherini, Von Bergen e Benalouane, da autentiche scommesse si sono dimostrati sul campo pienamente all’altezza del compito solleticando già l’interesse degli operatori di mercato. “Io aggiungerei anche Nagatomo e Bogdani – ha dichiarato Mancini, intervistato dalla redazione di Mediagol.it – il nostro organico è composto da molti giovani e non potrebbe essere diversamente poiché bisogna fare i conti con le nostre disponibilità economiche quindi dobbiamo assolutamente fare operazioni mirate ed oculate ed essere più bravi degli altri nello scegliere atleti che un domani dobbiamo mettere sul mercato. Abbiamo dovuto lavorare parecchio all’estero, perché in Italia i mercati sono abbastanza bloccati. Purtroppo c’è una riluttanza da parte di molti club che difficilmente vogliono darti le pedine per evitare di rinforzare i competitor. Crediamo comunque di aver fatto operazioni importanti con questi ragazzi, lo stesso Von Bergen da quasi sconosciuto si sta rivelando uno dei migliori della categoria, ma non dimentichiamo Schelotto ed altri che, pur essendo alla prima esperienza, stanno già lasciando il segno. Noi abbiamo bisogno di lavorare e aver pazienza ma siamo sicuri che arriveremo ad una salvezza tranquilla”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy