CRUDELI: “Palermo e Milan molto simili perché…”

CRUDELI: “Palermo e Milan molto simili perché…”

“Il Palermo, tutto sommato, nelle scorse gare è riuscito a costruire tanto, ma non è riuscito a concretizzare”. Così Tiziano Crudeli, opinionista del Milan di Diretta.

Commenta per primo!

“Il Palermo, tutto sommato, nelle scorse gare è riuscito a costruire tanto, ma non è riuscito a concretizzare”. Così Tiziano Crudeli, opinionista del Milan di Diretta Stadio, in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it. “Ha un po’ gli stessi problemi del Milan. Le due squadre hanno solo tre marcatori: per i rosa sono Miccoli, Giorgi e Rios; il Milan ha sei gol con El Shaarawy, tre con Pazzini e uno con de Jong. Sono squadre con difficoltà nel concretizzare la manovra offensiva e dipendono da un giocatore: Miccoli per i rosa ed “Il faraone” per il Milan. Ma questo non può bastare”. Tiziano Crudeli ha poi suggerito una via per la pronta guarigione del club per cui fa il tifo. “Il Milan per crescere ha bisogno del ritorno agli antichi splendori di giocatori come Pato. Se il brasiliano riesce a fare 15 gol come due stagioni fa è da verificare, ma è uno che può tornare ad essere un valore aggiunto. Può fornire un contributo importante. Modulo? Il 3-5-2 non ha entusiasmato, la difesa è poi cambiata nove volte su nove. Oggi – aggiunge Crudeli – rientra Mexes per esempio. La difesa è comunque a cinque adesso più che a tre: e anche senza gente come Nesta e Thiago Silva sembra aver trovato la quadratura del cerchio. Stasera contro il Palermo – conclude il giornalista rossonero – sarà un grande test per la difesa rossonera e per il modulo scelto da Allegri”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy