Cronaca: gara sospesa … per troppe bestemmie

Cronaca: gara sospesa … per troppe bestemmie

Incredibile ma vero. La partita tra Vermiglio e Ozolo Maddalene, gara di recupero dell’ultima giornata del girone D del torneo di Seconda Categoria, è durata poco meno di 70 minuti. Poi il.

Commenta per primo!

Incredibile ma vero. La partita tra Vermiglio e Ozolo Maddalene, gara di recupero dell’ultima giornata del girone D del torneo di Seconda Categoria, è durata poco meno di 70 minuti. Poi il direttore di gara (il cui nome è sconosciuto: nessuna delle due società ricordava il nome dell’arbitro e sul sito dell’Aia non è presente la designazione della gara in oggetto) ha dovuto sospendere il match. Il motivo? L’Ozolo Maddalene, che in quel momento conduceva la gara per 1 a 0, era rimasto con sei giocatori sul terreno di gioco. La rosa corta e gli infortuni non c’entrano proprio nulla in questo caso: la squadra nonesa ha infatti subito cinque espulsioni (più quella del tecnico e del direttore sportivo dalla panchina) nell’arco di trequarti di gara. E tutte per la medesima motivazione: linguaggio blasfemo. Dopo un minuto di gioco – riporta TrentinoCorriereAlpi.it – il direttore di gara caccia dal campo Simone Martini e al 10′ l’Ozolo Maddalene passa in vantaggio con il gol di Nicola Martinelli. Al quarto d’ora viene allontanato per proteste il tecnico Daniele Fellin, mentre al 28′ tocca a Mirko Rizzi finire negli spogliatoi per una bestemmia. Al 40′ se ne va Urmacher (il direttore sportivo), nella ripresa tocca a Filippo Zanotelli (50′), Cristian Soranzo (58′) e Nicola Martinelli, l’autore del gol, allontanato al 69′. A quel punto arriva anche il triplice fischio. “Una cosa mai vista in tanti anni di calcio” tuona mister Fellin.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy