COSMI: “Spero non accada nulla a Gheddafi”

COSMI: “Spero non accada nulla a Gheddafi”

“È naturale e umano sperare che non gli accada nulla perché con Al Sàadi Gheddafi c’è stato un rapporto affettivo anche se, dopo i tempi all’Udinese, non.

Commenta per primo!

“È naturale e umano sperare che non gli accada nulla perché con Al Sàadi Gheddafi c’è stato un rapporto affettivo anche se, dopo i tempi all’Udinese, non l’ho mai più sentito”. Così lattuale tecnico del Palermo Serse Cosmi che ha avuto fra i suoi giocatori il terzogenito del colonnello libico Muammar Gheddafi (prima al Perugia negli anni 2003-2004, poi all’Udinese nella stagione 2005-2006) traccia un ritratto `datato del ragazzo figlio di Gheddafi con il pallino per il calcio. “Non so se lui sia cambiato. In quel caso muterebbero anche le mie sensazioni. Io lo ricordo come una persona e un professionista corretto nei rapporti con me, con la squadra e con la società – le parole di Cosmi riportate da “Il Secolo XIX” – Al Sàadi Gheddafi non ha mai dato l’idea di essere un giovane diverso da tutti gli altri. nel gruppo era ben inserito, lo sentivo a suo agio. In questi giorni tragici, pensando a lui come a un ragazzo normale, umanamente mi auguro che non gli succeda niente di brutto”. Tra il 2003 e il 2006, durante la sua carriera italiana, Al Sàadi è stato schierato solo quattro volte nel Perugia, nell’Udinese e nella Sampdoria.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy