COSMI: “HO UN SOGNO CHIAMATO PASTORE”

COSMI: “HO UN SOGNO CHIAMATO PASTORE”

A margine della lunga conferenza stampa che lo ha visto protagonista, Serse Cosmi ha parlato pure del talento argentino Javier Pastore “E un piacere allenarlo – esordisce Cosmi -, lo confermo, poi.

Commenta per primo!

A margine della lunga conferenza stampa che lo ha visto protagonista, Serse Cosmi ha parlato pure del talento argentino Javier Pastore “E un piacere allenarlo – esordisce Cosmi -, lo confermo, poi noi facciamo questo lavoro non per vedere un giocatore ma per ottenere risultati, ma avere giocatori simili è sempre un qualcosa in più. A Roma non mi è dispiaciuto nel primo tempo, poteva far gol, si è mosso tanto. Poi nel secondo tempo è calato, quando magari dovevamo qualcosa di diverso per riaprire la partita. Io ho la mia idea su Pastore, ha bisogno di qualcuno che parli il suo linguaggio tecnico, è un po ostaggio di questo, però diventa necessario che abbia due interlocutori, essendo un trequartista a tutto campo, deve avere più soluzioni possibili perché riesce a far melgio lui e a far giocare meglio gli attaccanti. A Roma latteggiamento della squadra non era quello che avremmo sperato, ma in generale aveva poche soluzioni. Se numericamente ha più giocatori da servire riesce a dare di più, ha bisogno di interpreti diversi in attacco”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy