Corini: “Vi racconto perché andai al Palermo”

Corini: “Vi racconto perché andai al Palermo”

Passare dalla tranquillità di Chievo alla passione smodata di Palermo dev’essere stato un bel colpo, non per Eugenio Corini che in una lunga intervista concessa al magazine di Tuttomercatoweb.

Commenta per primo!

Passare dalla tranquillità di Chievo alla passione smodata di Palermo dev’essere stato un bel colpo, non per Eugenio Corini che in una lunga intervista concessa al magazine di Tuttomercatoweb ha raccontato quell’episodio di dieci anni fa che cambiò la sua carriera di giocatore. “Avevo bisogno di una nuova esperienza e la scelta di Palermo è anche dovuta a un incontro di molti anni prima. Era un Palermo-Juventus degli anni ’90, vincemmo 3-1. Per loro segnò Faccini il gol del vantaggio e ricordo che lo stadio era una bolgia. La cosa mi impressionò e anche la stessa maglia rosanero mi piaceva. Scelsi di andare al Palermo, nonostante fosse in Serie B. Ma l’entusiasmo che c’era era talmente coinvolgente che dissi sì con grande convinzione. Sono stati 4 anni spettacolari, abbiamo raggiunto prima la A poi la qualificazione in coppa Uefa. Personalmente mi dicevano che Lippi mi teneva d’occhio e che poteva convocarmi. Si è creata una simpatia incredibile con la città e tuttora da Palermo ricevo attestati di stima incredibile”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy