Capuano: “Legrottaglie mi ha salvato la vita”

Capuano: “Legrottaglie mi ha salvato la vita”

Ciro Capuano è un uomo diverso grazie alla fede alla quale si è avvicinato dopo l’incontro con Nicola Legrottaglie. Quando lo scorso anno il difensore del Catania.

Commenta per primo!

Ciro Capuano è un uomo diverso grazie alla fede alla quale si è avvicinato dopo l’incontro con Nicola Legrottaglie. Quando lo scorso anno il difensore del Catania inaugurò una serie di incontri alle “Ciminiere”, pochi compagni si presentarono e uno di questi era proprio il terzino Capuano che lo scorso 5 novembre insieme alla compagna Lisa Cardelli immergendosi nella vasca purificatrice di Missione Paradiso sono stati battezzati al centro fieristico le Ciminiere di Catania ed oggi Ciro Capuano ha voluto raccontare come sia cambiata la sua vita. “Il percorso di fede ha inciso tantissimo sulla mia carriera – ha dichiarato -. Prima ero un uomo diverso, il calcio finora mi aveva portato a esser la persona che non avrei mai voluto essere. Cedevo spesso alle tentazioni che mi si presentavano e non sapevo resistere. La fede pero’ mi sta aiutando tantissimo. Spero che tutti voi accettiate Gesù, non ho imbarazzo a dirlo: puo’ cambiarvi la vita. Un giocatore sembra abbia tutto, soldi, successo, invece non è così Ed io solo in questi mesi ho capito come in realtà tutto sia diverso da come appare. All’inizio è stato difficile star in panchina, cedere il posto. – continua Capuano – Devo fare i complimenti a Giovanni (Marchese, ndr), ma se molla un attimo io sono pronto a conquistare nuovamente il posto. Nei primi sei mesi non sono stato importante. Il mio desiderio è quello di rimanere a Catania. Ma prenderei in considerazione qualsiasi offerta possa arrivare. Significherebbe che il Signore mi ha messo davanti ad una possibilità nuova“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy