CALAIÒ: “DATO DISPONIBILITÀ AL PALERMO”

CALAIÒ: “DATO DISPONIBILITÀ AL PALERMO”

“Mi è arrivata una richiesta dalla Cina, ma voglio ancora dare tanto al calcio italiano. Non è il momento di andare da altre parti soprattutto in Cina”. Lo ha detto a.

Commenta per primo!

“Mi è arrivata una richiesta dalla Cina, ma voglio ancora dare tanto al calcio italiano. Non è il momento di andare da altre parti soprattutto in Cina”. Lo ha detto a TuttoMercatoWeb.com lattaccante del Napoli Emanuele Calaiò, la cui esperienza azzurra è ai titoli di coda. “Aspetto una chiamata da Bigon – ha dichiarato lattaccante -. Se la mia esperienza dovesse finire direi comunque che è stata bellissima, ma è giusto che la società faccia le sue scelte. Io mi sento bene, sono nel pieno della maturità. Torino? È una possibilità come altre, non nascondo che i granata ci sono e rientrano tra le squadre con cui il mio procuratore ha parlato. Spero di sapere dove andare prima del 13 luglio. I problemi del Siena? Mi dispiace questa situazione, perché Siena è stata una parte importante della mia vita calcistica. Mi piange il cuore a vedere il Siena in questa situazione, la gente non se lo merita. Spero che torni tutto a posto e venga ricucito il rapporto tra società e banca. Mi auguro che il Siena si iscriva al campionato e che abbia un futuro roseo. Io accostato al Palermo? Mi è dispiaciuto quando a gennaio qualche tifoso ha frainteso le mie parole pensando che non volessi andare al Palermo, ma ho sempre sperato di vestire la maglia della squadra della mia città. Peró avevo dato la parola al Napoli, senza mai dire di no al Palermo. Io in rosa in serie B? Mai dire mai, lascio aperto uno spiraglio visto il rapporto che ho con Perinetti. Lui sa quanto lo stimo, sa cosa fare quando deve prendere un giocatore. La disponibilità io lho data, adesso tocca a loro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy