BRINI: “IO NO BURATTINO, MA CERTI DS..”

BRINI: “IO NO BURATTINO, MA CERTI DS..”

“Perché non guido più il Carpi dopo la promozione? Probabilmente non eravamo daccordo su alcune situazioni. Il calcio è cambiato, ma non la mentalità del sottoscritto. Ci.

Commenta per primo!

“Perché non guido più il Carpi dopo la promozione? Probabilmente non eravamo daccordo su alcune situazioni. Il calcio è cambiato, ma non la mentalità del sottoscritto. Ci sono due tipi di situazioni: quello che allena e quello che fa lallenatore, a me non piace allenare ma fare lallenatore. Non mi piace fare il burattino in mezzo alla baraonda. Sono chiaro e schietto, quando si dice la verità non si va daccordo con nessuno nel mondo del calcio”. Lo ha detto l’ex allenatore del Carpi (autore della promozione in B dell’anno scorso ndr), Fabio Brini, in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it. “Qui non è questione di tattica, al di là dei numeri che vanno in campo poi sono i singoli che in Serie B determinano le giocate di una gara – ha spiegato -. Oggi i direttori sportivi più riescono a muovere giocatori più hanno un ritorno, poi se non arrivano i risultati è colpa dell’allenatore che magari non ha potuto nemmeno mettere bocca sulla creazione della squadra”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy