Balotelli: “Inter? Non so, contento dell’Arsenal..”

Balotelli: “Inter? Non so, contento dell’Arsenal..”

“È andato tutto bene”, ha detto Mario Balotelli che oggi si è diplomato presso l’istituto privato “Milano”. L’attaccante dell’Inter, che da oggi può essere nominato ragionariere,.

Commenta per primo!

“È andato tutto bene”, ha detto Mario Balotelli che oggi si è diplomato presso l’istituto privato “Milano”. L’attaccante dell’Inter, che da oggi può essere nominato ragionariere, aveva chiuso gli scritti con una votazione di 27/45. Uscendo dal portone della scuola intorno alle 11 ha aggiunto che “a qualche domanda non sono riuscito a rispondere. La più insidiosa? Non ve lo dico, altrimenti faccio una figura di…”. Poi ha sorriso e si è infilato nell’auto. “Era molto teso”, ha spiegato Attilia Ferrari, la direttrice dell’istituto privato dove il calciatore ha studiato insieme ad alcuni compagni di squadra e altri sportivi, chiudendo l’anno scolastico con la media del 7,31 e una pagella con tre dieci (diritto sportivo, educazione fisica ed elementi di pronto soccorso), 7 in inglese e spagnolo, 6 in italiano e storia) e 9 in condotta. Stamani Mario Balotelli ha sostenuto l’esame orale di maturità presso l’Istituto “Milano”. Una scuola privata presso Piazzale Loreto. L’attaccante nerazzurro, arrivato alle 8 da solo a bordo della sua auto, ha prima ricordato l’episodio che lo ha visto coinvolto domenica (gli spari con la pistola scacciacani e l’intervento della polizia): “È stata una stupidata, ma non devo chiedere scusa a nessuno. Qualcuno dice che sono immaturo? Lasciamoli dire…dopo vi offro da bere al bar”. Due ore più tardi il fuoriclasse dell’Inter è uscito accerchiato dai cronisti. Il sorriso che aveva stampato sul volto ha fatto capire che l’esame ha avuto esito positivo anche se i risultati saranno comunicati il 12-13 luglio prossimi, giorni in cui avrà già iniziato il ritiro con la formazione di Benitez: “L’esame è andato bene ed alcune domande erano riferite al calcio. Difficoltà? C’è stata una domanda che mi ha messo un po’ in difficoltà ma non ve la dico…I Mondiali? Dopo l’uscita dell’Italia non tifo per nessuno ma spero che Germania-Argentina sia una bella parttita”. Ecco poi delle dichiarazioni sull’Inter con un paio di significative risposte. Sul suo futuro: “Con Benitez non ho ancora parlato ma “all’esame” con lui mi sento pronto. L’Interesse dell’Arsenal? Fa piacere. Se resto all’Inter? Adesso vediamo…Mancini mi vuole al City? Lui mi ha fatto debuttare in Serie A. Il Milan? Ma va…”. Ha chiuso ridendo. Poi via verso le vacanze mentre la signora Ferrari, presidente dell’Istituto Milano ne canta le lodi: “Lui non è un semplice studente, ma ha uno status particolare deve fare i conti con tante pressioni e nonostante questo ha confermato di essere estremamente intelligente e sensibile. Oggi era un po’ teso perché tanta gente lo aspettava, per questo ha chiesto che all’esame non assistesse nessuno, neppure i suoi compagni”. La prova è durata 45 minuti e Mario ha presentato una tesina dal titolo “Il calcio, una storia Mondiale”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy