Balotelli: “Conosco già mio futuro ma non lo dico”

Balotelli: “Conosco già mio futuro ma non lo dico”

Intervenuto in collegamento telefonico, l’attaccante dell’Inter e della nazionale, Mario Balotelli, ha parlato a Sky Sport24. Mediagol.it vi propone lintervista integrale. Emozionato per.

Commenta per primo!

Intervenuto in collegamento telefonico, l’attaccante dell’Inter e della nazionale, Mario Balotelli, ha parlato a Sky Sport24. Mediagol.it vi propone lintervista integrale. Emozionato per il debutto ieri sera? Ero molto, molto emozionato, soprattutto durante l’inno. Non so spiegarlo bene, ma ero veramente emozionato, quasi non riuscivo a cantare, ed è strano per me, perché di solito non sento tanto la tensione, ma questa volta si. Questo, prima della partita, perché durante la partita, poi, ci siamo trovati bene in campo, abbiamo giocato e, poi, quando giochi, ti passa tutto. Però, prima della partita, ero moto emozionato. Quando giochi per il tuo paese, con la tua nazionale, c’è un passo per ogni cosa.. L’intesa con Cassano e Amauri Abbiamo fatto solo due o tre allenamenti, quindi, non è facile trovare subito l’intesa, ma io mi sono trovato bene con loro. Soddisfatto? No, non sono soddisfatto, ma io non ho mai giocato in questo precampionato, ho avuto anche un problema, non ho fatto tutti gli allenamenti. Per quello che ho fatto di lavoro nel precampionato, posso essere anche contento e mi do un cinque. Però, posso fare molto, molto di più. Confermi che Prandelli ti ha chiesto di essere generoso con la squadra, con i compagni, di sacrificarti? Si. Lui mi ha detto che, ad esempio con l’Inter, magari prendo palla e poi mi fermo. Devo imparare a sacrificarmi e non a rincorrere fino dall’altra parte del campo. Però, quando prendo palla, rincorrere per due, tre, quattro, cinque metri, far vedere che gioco per la squadra. Si, mi ha chiesto di essere generoso”. Sulla mancata convocazione per il mondiale sudafricano Ero pronto ad andare. Se, poi, non mi hanno chiamato, avranno avuto i loro motivi, ma io ero pronto. Però, non è che Mario Balotelli fa vincere i mondiali all’Italia. Perché, magari, vai avanti di una partita in più, ma se la squadra ha problemi, non è che arriva Balotelli e risolve tutto. Vai al Manchester City? Io so, ma non ci tengo a palare di questo.. Ma sai già cosa accadrà nei prossimi giorni? Si, lo so, ma io non ho detto che vado là, ho detto che so già quello che succederà.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy