BALLARDINI”AI TEMPI EVITAI MOLTE CESSIONI”

BALLARDINI”AI TEMPI EVITAI MOLTE CESSIONI”

Quando si parla di Davide Ballardini, si ricorda la stagione 2008/2009, una stagione esaltante in casa e deludente fuori dalle mura amiche, con una qualificazione in Europa League non raggiunta solo.

Commenta per primo!

Quando si parla di Davide Ballardini, si ricorda la stagione 2008/2009, una stagione esaltante in casa e deludente fuori dalle mura amiche, con una qualificazione in Europa League non raggiunta solo per un soffio alle ultime giornate. Intervistato da “Il Giornale”, lattuale tecnico del Genoa, che domenica affronterà il Palermo al Ferraris, ha ricordato alcuni anneddoti di quei mesi. Ecco quanto raccolto dalla redazione di Mediagol.it. “No, però, sono riuscito ad evitare la cessione di Simplicio al Lecce, di Bresciano in Inghilterra, di Cavani al West Ham e di Cassani, che secondo il presidente avrebbe dovuto essere ceduto per far giocare Raggi, acquistato dall’Empoli per sette milioni. Dei tempi di Palermo, mi restano splendide persone e splendidi ricordi e credo che uno sia quello che si porta dentro. Tonino Guerra ha scritto che noi cerchiamo le persone che non ci sono più, ma che quelle persone sono dentro di noi. Ecco, io da Palermo mi porto dentro molto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy