Arcoleo: “Bulgarelli? Ecco la storia del rigore…”

Arcoleo: “Bulgarelli? Ecco la storia del rigore…”

Con un articolo dal titolo “Lamara Coppa Italia. Ciao Bulgarelli, incubo del Palermo” il giornalista Roberto Puglisi della redazione di I Love Sicilia, ha voluto ricordare il centrocampista Giacomo.

Commenta per primo!

Con un articolo dal titolo “Lamara Coppa Italia. Ciao Bulgarelli, incubo del Palermo” il giornalista Roberto Puglisi della redazione di I Love Sicilia, ha voluto ricordare il centrocampista Giacomo Bulgarelli scomparso ieri dopo una lunga malattia. Ciao, Giacomo (Bulgarelli), riposa in pace. Ti abbiamo perdonato anche noi che non ceravamo e abbiamo sentito raccontare la storia di un calcio di rigore inesistente che negò una Coppa Italia sacrosanta al Palermo. Forse, ti hanno perdonato perfino coloro che cerano e hanno portato per anni nel costato quellaffronto sportivamente sanguinoso. Tutti – perché cerano, o perché lhanno vista – sanno raccontare la moviola di quella scena. Era il 23 maggio del 1974. Ultimi minuti della finale di Coppetta Italia, Palermo in avanti col gol di Magistrelli. Rimessa laterale (inesistente). Palla a Bulgarelli, di spalle, girato alla porta. Minimo sfioramento con Arcoleo. Bulgarelli crolla al suolo, come travolto da una valanga fuori stagione. Rigore (inesistente). Pareggio e rigori amari per i valorosi rosanero. Quando si dice: una lotteria. Ignazio Arcoleo, ora che il bianco dei capelli nevica da anni sulla sua testa di pescatore coraggioso, ha perdonato Bulgarelli? Clicca qui per leggere larticolo completo “Lamara Coppa Italia. Ciao Bulgarelli, incubo del Palermo” su Ilove-sicilia.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy