AMAURI: “Pinilla rivelazione, farà minimo 15 gol”

AMAURI: “Pinilla rivelazione, farà minimo 15 gol”

L’attaccante della Juventus Amauri, è stato protagonista oggi della videochat di sky.it, nel corso della quale ha risposto alle tante domande dei tifosi: Prima di tutto, come stai?.

Commenta per primo!

L’attaccante della Juventus Amauri, è stato protagonista oggi della videochat di sky.it, nel corso della quale ha risposto alle tante domande dei tifosi: Prima di tutto, come stai? Adesso mi sento meglio. La cosa fondamentale è ritrovare la condizione. Non sono uno fisicamente leggero e quando rimani senza giocare per un po’, perdi subito le misure del campo. Non vedo l’ora di recuperare la migliore forma. Quando tornerai a segnare? Spero già da giovedì contro il Salisburgo, perché è fondamentale. Lo spero, anche perché in Europa League ho già segnato e magari può essere di buon auspicio. Cosa rispondi alle critiche di questo inizio stagione? Niente, la cosa migliore è rispondere sul campo, con i fatti. L’anno scorso è stato il più difficile che ho vissuto da quando sono in Italia. Giocando in una grandissima squadra, in un club che ha una grande tradizione come la Juventus, tutti si aspettano sempre che io faccia gol. L’anno scorso ho sofferto tanto, molto più di quanto possiate immaginare. Quest’anno sono più sereno e questo mi da la carica per provare a fare qualcosa di nuovo. Cosa pensi del nuovo Presidente e della nuova dirigenza bianconera? Hanno iniziato un gran bel lavoro, hanno fatto una vera e propria rifondazione della società. Quando arriveremo alla fine della stagione, ci saranno poi tutti i giudizi ma loro sono sempre vicini alla squadra e questo da maggiore tranquillità a noi giocatori. Ieri c’era anche tanta gente allo stadio e nel popolo bianconero sta tornando quell’entusiasmo che l’anno scorso era venuto un po’ meno. Ieri ho visto tanta gente che ci sosteneva in modo veramente forte e questo per noi è importantissimo. E di Delneri, cosa pensi? Se mi fa giocare è un grande, è il numero uno (ride, ndr). Lui sa tirare fuori il massimo da ogni giocatore e mi auguro di fare con lui una stagione veramente bella! Un commento sulla vittoria di ieri? Abbiamo fatto una gran bella partita. Dobbiamo continuare così, non dobbiamo perderci. Sappiamo che non abbiamo fatto ancora nulla però, questa vittoria, ci da la forza per affrontare i prossimi impegni. Che voto ti dai per la prestazione di ieri? 6, sono abbastanza critico con me stesso. E quindi dico anche 6-. A quanti gol conti di arrivare a fine stagione? Punto a quota 20. Secondo te la Juventus arriverà tra i primi 4 posti? E in Europa League? Dobbiamo, è uno dei nostri obiettivi e dobbiamo farlo. Anche in Europa League stiamo facendo bene, è una competizione che ci può regalare delle belle soddisfazioni e speriamo di fare bene. La Juventus può vincerla? Io punto sempre sulla Juve. Il tuo futuro è nella Juventus? Quello è da vedere. Posso dire però che sto benissimo a Torino e che gioco in una grandissima squadra. Poi, il futuro si vedrà. Ti piacerebbe, in futuro, giocare in Premier League? Mai dire mai. E’ sicuramente un campionato affascinante però se mi chiedessero di andare a giocarci domani, direi di no. E’ vero che ti ha cercato il Real? Ti ha chiamato Mourinho? No, non mi ha chiamato. Vorresti diventare il futuro capitano della Juventus? E’ una cosa che non mi è mai passata tanto per la testa. Sono contento di aver già messo due volte la fascia da capitano nella Juve: è capitato una volta nella tournée a New York e una volta a Pinzolo. Ti rivedremo presto in Nazionale? Spero di sì, non voglio mica andarci una volta soltanto!?! In questo momento devo ritrovare la forma migliore perché sono fermo da un mese. Purtroppo questi due infortuni sono arrivati proprio nel momento sbagliato. Per recuperare bene, bisogna giocare e sono contento ieri di aver fatto 90 minuti. Spero giovedì di farne altri 90 e di fare gol perché, per tornare in Nazionale, bisogna fare gol. Cosa pensi della nutrita concorrenza nell’attacco azzurro? Stiamo parlando della Nazionale e quindi è normale che sia così. Ce la farà l’Italia a qualificarsi per Euro 2012? Sì, ce la faremo. C’è tanto lavoro da fare ma credo che la Nazionale possa fare qualcosa di importante. Qual è il compagno di squadra con cui passi più tempo fuori dal campo? Con Vincenzo Iaquinta ho sempre avuto una bella amicizia E il giocatore più simpatico dello spogliatoio bianconero? Sono parecchi i pagliacci nello spogliatoio della Juventus. C’è un ignoranza lì dentro impressionante (ride, ndr). Cosa pensi del record di gol in bianconero di Del Piero? Lo merita. Un campione come lui merita tutti i record che sta battendo, perché è un grande capitano. E noi siamo felici di averlo con noi. Diego ha detto che con te in campo si trovava molto bene. Ti è dispiaciuto vederlo andare via? L’anno scorso è stato un anno difficile per tutti. Quando sono arrivato quest’anno, c’era un’altra atmosfera e anche con Diego era nato un bel feeling in campo. E di Giovinco al Parma, cosa pensi? Ha fatto la scelta giusta. Ha delle qualità importanti e qui alla Juve era un po’ chiuso. Sono sicuro che a Parma farà un grandissimo campionato. E magari un giorno tornerà. Quanto ti manca Trezeguet in area di rigore? E’ stato un giocatore importante, ha sempre fatto gol, ha avuto degli infortuni che l’hanno un po’ penalizzato ma un cannoniere come lui non si discute. Krasic è davvero così forte? E’ fortissimo. E’ un ragazzo che è arrivato con molta umiltà e mi ha fatto una grande impressione sia in campo che fuori dal campo. E’ vero che Krasic e Nedved si assomigliano in campo? Sono due furie. Abbiamo trovato l’erede di Pavel! Ti aspettavi il cucchiaino di Felipe Melo dal dischetto? Quando l’arbitro ha fischiato il rigore e ho visto che lui ha preso la palla, mi sono messo in disparte. Ad un certo punto, mi ha guardato e mi ha detto: “ Faccio il cucchiaio?” Gli ho risposto: “Dai, non scherzare. E’ importante fare il 2-0!”. Invece ha fatto il cucchiaio. Felipe Melo sta dimostrando di essere un grandissimo campione. L’anno scorso è stata una brutta annata un po’ per tutti e lui è tra quelli che ha sofferto di più. Quest’anno c’è una mentalità diversa e anche i tifosi gli hanno dato una fiducia nuova che lui sta ripagando dimostrando di essere un giocatore fondamentale per noi. Cosa pensi di Aquilani, romano e romanista passato alla Juve? Aquilani deve solo giocare, ha avuto tanti problemi, tanti infortuni e acciacchi. Come giocatore non si discute. Sta tornando in condizione e sta giocando con continuità. Su Martinez? È forte. Anche lui ha avuto tanti infortuni ma già adesso lo vedo meglio in allenamento. Ha dei numeri importanti per cui credo che ci possa dare una grossa mano. Meglio Cristiano Ronaldo o Messi? Messi, anche se Cristiano Ronaldo mi piace per la potenza e il tiro, ma Messi è uno dei più forti giocatori del mondo. Maradona o Pelè? Sono due cose diverse, due fenomeni irripetibili, forse soltanto Messi potrebbe arrivare ad eguagliarli. Li metto entrambi al primo posto. Xavi o Pirlo? Pirlo. Buffon o Julio Cesar? E’ una questione di momento. Credo che Julio Cesar, negli ultimi due anni, abbia fatto delle cose straordinarie. Buffon è il numero uno però Julio Cesar gli si è avvicinato molto. L’erede di Buffon in Nazionale? A me piace Sirigu. L’ho conosciuto quando faceva il terzo a Palermo e già allora faceva impressione. Sta facendo bene ormai da un po’ di tempo e può essere una vera promessa. Un giovane brasiliano su cui punteresti? Barreto, per non dire il solito Pato. Lui ha possibilità di andare a giocare in una grande squadra. Anche Nilmar è un giovane bravo, forte, però si dice sia un po’ ribelle. E a volte si parla più di lui per questo che per quello che fa in campo. Come giocatore, comunque, non si discute. A chi andrà il Pallone d’oro? Snejder è uno dei favoriti per quello che ha vinto l’anno scorso e per il Mondiale. Se non ci fosse stato il Mondiale sarebbe andato a Milito? A Milito è mancata solo la parentesi del Mondiale, ma non per colpa sua. Per quello che ha fatto, avrebbe dovuto giocarlo per forza. Chi vincerà il titolo di capocannoniere? Eto’o oppure Pato, se non si ferma ancora per infortunio. La sorpresa può essere Pinilla? Sì, Pinilla 15 li fa di sicuro. Come vivi la presenza delle telecamere di Sky negli spogliatoi? Alla grande ragazzi, però quando c’è una telecamera, io non ci sono mai (ride, ndr)! Moviola in campo sì o no? Tutta la vita!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy