All.Peñarol: “Avete fatto piangere Joao Pedro”

All.Peñarol: “Avete fatto piangere Joao Pedro”

Tre sconfitte consecutive per il Peñarol di Joao Pedro e cominciano a piovere critiche. Il talentuoso centrocampista brasiliano di proprietà del Palermo aveva cominciato la stagione in.

Commenta per primo!

Tre sconfitte consecutive per il Peñarol di Joao Pedro e cominciano a piovere critiche. Il talentuoso centrocampista brasiliano di proprietà del Palermo aveva cominciato la stagione in modo scoppiettante: con ben 5 reti nelle sue prime 7 uscite con la maglia giallonera dei vicecampioni del Sud America si era portato addirittura in testa alla classifica cannonieri della Primera Division. Ma dopo la sosta di tre settimane fa qualcosa deve essersi inceppato: non solo lex centrocampista di Vitoria Guimaraes e Atletico Mineiro ha cominciato a non trovare più la porta, ma tutta la sua squara è sembrata arrancare spaventosamente dopo un inizio di campionato a dir poco autoritario. Nelle prime 10 giornate il club di Montevideo aveva dato limpressione di poter dominare questo campionato e dar seguito alla bella Libertadores dello scorso anno: con 7 vittorie e 3 pareggi il distacco dalle inseguitrici era già di 5 punti, ma poi è arrivata la sosta a scombinare i piani dei carboneros. Dal giorno della ripresa del campionato la compagine del presidente Damiani ha ottenuto soltanto sonore sconfitte, a cominciare da quella in casa del Liverpool di Montevideo per 3-0, la prima della stagione, per continuare con quella casalinga contro i Wanderers che hanno superato Joao Pedro e compagni per 2-1. Questa settimana cè stato lattesissimo derby contro il Nacional di Recoba e anche stavolta è finita con una sconfitta, ancora per 2-1 con lex nerazzurro che ha siglato il rigore decisivo. Adesso in classifica gli uomini di Gregorio Perez, fermi da troppo tempo a quota 24 punti, sono stati sopravanzati proprio dal Nacional (ex squadra del rosanero Nicolas Bertolo) e dal Danubio (club in cui mosse i suoi primi passi calcistici Edinson Cavani) che hanno raggranellato 26 punti a testa. Nel marasma della crisi di risultati dei suoi Joao Pedro non è più riuscito a fare la differenza come a inizio stagione. Il tecnico Perez ha deciso di scendere in campo per difendere i suoi ragazzi. “Noi ci stiamo impegnando duramente. Qualcosa sicuramente non è andata, ma rifiuto qualunque illazione su uno spogliatoio spaccato. Voi giornalisti avete sparato a zero su alcuni singoli e questo non lo tollero. Joao Pedro era affranto per la sconfitta e l’ho visto piangere. Sono cosciente che abbiamo perso le ultime tre partite – ha spiegato il tecnico – non dipende solo da noi la vittoria ma anche dagli avversari che incontriamo. Mi assumo tutte le responsabilità: ma i giocatori hanno dato tutto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy