AIA, NICCHI: “ARBITRI DA 7, NO SUDDITANZA”

AIA, NICCHI: “ARBITRI DA 7, NO SUDDITANZA”

Il presidente dell’AIA, Marcello Nicchi, promuove senza riserve il gruppo dei giovani direttori di gara impegnati sui campi di serie A: lo fa al termine del consueto incontro al giro di boa del.

Commenta per primo!

Il presidente dell’AIA, Marcello Nicchi, promuove senza riserve il gruppo dei giovani direttori di gara impegnati sui campi di serie A: lo fa al termine del consueto incontro al giro di boa del campionato con le squadre. “Se c’è una parola che non esiste più nel vocabolario degli arbitri è sudditanza: il voto a questa squadra è decisamente da 7. Questa è una squadra vera – ha proseguito Nicchi – non ci sono i big e quelli che non si sa chi sono perché tutti possono arbitrare qualsiasi partita. Oggi in più c’è la comunicazione e la nostra grande soddisfazione e aver toccato con mano che tutti sono interessati a quello che facciamo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy