AG.J.ANTONIO:”Felici di interesse rosa,Sogliano..”

AG.J.ANTONIO:”Felici di interesse rosa,Sogliano..”

Intervista realizzata il 7 ottobre In esclusiva ai microfoni di Mediagol.it, Gabriele Savino, agente del talento del Brescia Juan Antonio, ha poi parlato dell’interessamento del Palermo per il.

Commenta per primo!

Intervista realizzata il 7 ottobre In esclusiva ai microfoni di Mediagol.it, Gabriele Savino, agente del talento del Brescia Juan Antonio, ha poi parlato dell’interessamento del Palermo per il talento argentino delle rondinelle. “Ho un bel rapporto con il direttore Sean Sogliano da anni. Lui è un ds che già a Varese era molto attento ai giovani emergenti di altre squadre, tipo Nadarevic che adesso è a Varese, un ragazzo molto bravo e di grande prospettiva a cui Sogliano ha voluto dar fiducia, portandolo lì e che adesso sta facendo bene. Di Juan Antonio gli parlai già quando era arrivato a Brescia, raccontandogli la situazione particolare del ragazzo e lui uno sguardo l’aveva già buttato, ritenendolo un giocatore che gli poteva interessare – ha raccontato Savino a Mediagol.it – adesso fa piacere l’interessamento del Palermo, chi non è contento di sapere che una squadra così ti segue. Noi però speriamo continui così, se le cose dovranno andare avanti lo dirà soltanto il campo perché il suo futuro passa dalle sue prestazioni. Poi c’è una società che tutela i suoi giocatori, ci sono tanti giovani bravi nel Brescia. Se Juan sta giocando bene è anche merito di una squadra e di un mister che fa giocare un bel calcio. Sogliano ha voluto vederlo da vicino andando allo stadio mercoledì scorso? Sì, peccato che la partita con il Gubbio sia stata una delle sue peggiori prove!”. Poi una battuta di Savino sull’ambientamento del ragazzo nel nostro paese. “L’anno scorso Juan ha fatto un anno di apprendistato, non è facile per un argentino arrivare in Italia dove c’è un modo di giocare molto diverso e dove gli allenamenti, così i tempi di gioco e i ritmi del calcio, sono di gran lunga diversi – ha aggiunto il procuratore della stella argentina – lui ha fatto già vedere cose importanti ma ora deve trovare la continuità di condizione. Lo scorso anno ha giocato molto poco, motivo per il quale oggi i 90 minuti non ce li ha ancora nelle gambe, quindi deve lavorare su questo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy