Squinzi: “E’ un nostro obbligo diminuire il numero degli stranieri in Serie A

Squinzi: “E’ un nostro obbligo diminuire il numero degli stranieri in Serie A

Squinzi e la ricetta per una nuova Serie A

4 commenti

“Diminuire gli stranieri dando un’identità’ più vicina all’immagine del nostro paese e del calcio che ci rappresenta. Lo stesso ct Conte e’ in difficoltà quando deve fare la Nazionale, ci sono atleti che per giocare vanno all’estero”. E’ la ricetta per il calcio italiano proposta da Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria e proprietario del Sassuolo, in un’intervista al ‘Resto del Carlino’. “Quando abbiamo vinto a Milano con l’Inter – ha detto Squinzi – nove giocatori dei nostri 11 erano italiani: di là tutti stranieri. Se venite a vedere un allenamento del Sassuolo, sentirete solo una lingua: la nostra, che anche gli stranieri imparano. Se tutti capiscono cosa vuol cosa vuole l’allenatore, diventa più facile fare gruppo. Continueremo su questa strada”.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. joerosanero - 1 anno fa

    MAGARI ALMENO ZAMPARINI LA SMETTE DI COMPRARE BIDONI DALL’ESTERO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alessandro Lo Sasso - 1 anno fa

    Se tutti i presidenti fossero come zamparini la nazionale italiana fallirebbe..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Antonello Provenzano - 1 anno fa

    Nessun problema: ci pensano Lemic e Curkovic ad alzare la media degli stranieri (almeno per quanto rimarremo in Serie A)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marco Landolina - 1 anno fa

    Grande presidente…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy