PALERMO-SASSUOLO, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

PALERMO-SASSUOLO, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

Di Fabrizio Anselmo
.

Commenta per primo!

Di Fabrizio Anselmo

Le due squadre che attualmente giocano il miglior calcio d’Italia, non hanno disatteso le aspettative dandosi battaglia a viso aperto per la gioia del pubblico sugli spalti e dei tanti appassionati di calcio in tv. I rosa si aggiudicano per 2-1 questa importantissima partita, che alla luce dei risultati è un vero e proprio scontro diretto, e si piazzano per la prima volta dopo più di tre anni sulla parte sinistra della classifica. Adesso bisogna mantenere un profilo basso senza fare voli pindarici. L’obiettivo si chiama ancora salvezza e oggi dista 19 punti.

SORRENTINO 7,5 una parata a pochi secondi dalla fine che vale tre punti, poi la solita sicurezza per tutti e novanta minuti più recupero. Come già detto in più occasioni, nel calcio ci sono tantissimi portieri, ma pochi veri numeri uno.

MUNOZ 7 non sbaglia un intervento, annullando a turno Floro Flores, Sansone e Zazza. Negli ultimi anni è migliorato tantissimo a spese del Palermo, sarebbe un peccato perderlo a parametro zero adesso che è esploso e ha trovato la propria dimensione.

GONZALEZ 7 perfetto sia in fase difensiva, dove chiude tutti gli spazi e intercetta persino il pulviscolo, e pungente in avanti, dove è una vera e propria arma in più per i rosa sui calci piazzati.

ANDELKOVIC 5+ inutile girarci intorno, è un errore grave che poteva costare due punti fondamentali. Dalla sua zona del campo la diga difensiva ha troppe falle. Bisogna anche ammettere che né Lazaar né Chochev garantiscono la copertura che è in grado di assicurare Morganella dall’altro lato.

MORGANELLA 6,5 uno dei segreti di questo sorprendente Palermo è proprio lui, Michel Morganella. Oltre ad agire come difensore aggiunto, lo svizzero adesso sforna traversoni precisi e inserimenti intelligenti, senza mai fare il passo più lungo della gamba.

RIGONI 7 da quando non deve più impostare il gioco a centrocampo, l’ex Chievo è tornato ai suoi standard. In partita serra le maglie della mediana e pressa a tutto campo, inserendosi anche a palla lontana per sfruttare i cambi di gioco improvvisi dei rosa. La rete del vantaggio nasce da un movimento da attaccante puro che gli consente di colpire indisturbato di testa. BOLZONI (dal 36’ s.t.) S.V.

MARESCA 7 tutte le azioni passano dai suoi piedi (finalmente), speriamo che gli avversari non se ne accorgano.

  • BELOTTI (dal 43’ s.t.) 7,5 entra e stravolge gli equilibri del match che stava prendendo i binari del pareggio nonostante l’inferiorità numerica. Fenomeno vero.

CHOCHEV 6+ insegue tutti i palloni e spesso si pesta i piedi con Lazaar sulla sinistra. La prestazione è sufficiente ma non v’è alcun dubbio che il bulgaro possa fare molto di più, gol compreso. DELLA ROCCA (dal 27’s.t.) S.V.

LAZAAR 5,5 nel primo tempo sembra il classico ragazzino indisponente forte tecnicamente che però fa la differenza per gli avversari. Nel secondo rientra con un altro piglio e si riscatta parzialmente da un voto molto al di sotto della sufficienza.

VAZQUEZ 6 è talmente imprevedibile che nessuno poteva immaginarsi quell’errore sotto porta a tu per tu col portiere. Spesso sembra che l’argentino voglia solo divertirsi quando ha il pallone tra i piedi, senza pensare al risultato, poi però si tira fuori dal cilindro degli assist al bacio che fanno dimenticare tutte le palle perse.

DYBALA 6,5 da una sua percussione nasce il calcio d’angolo dell’1-0, poi tantissime giocate per palati fini e un lavoro in fase di copertura e ripartenza che avrebbe sfinito persino il Michael Johnson dei tempi d’oro.

IACHINI 7,5 i rosa vincono e convincono, mostrano un carattere da provinciale (nel senso positivo del termine) e un gioco da squadra di vertice. Adesso servono i piedi ben piantati per terra per continuare a volare basso e togliersi ancora tante altre soddisfazioni “made in Iachini”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy