Sampdoria, Ferrero all’attacco: “Cassano è rimasto per fare la vittima, ora si allenerà con piumone e calzettoni”

Le dichiarazioni del patron del club blucerchiato dopo la scelta da parte di Antonio Cassano di restare in Liguria.

Commenta per primo!

Ha rifiutato tutte le proposte di ingaggio, anche quella arrivata dal Palermo di Maurizio Zamparini, nel corso dell’ultima sessione di calciomercato.

Antonio Cassano, che si continua ad allenare da separato in casa a Bogliasco, ha scelto di restare in Liguria. Chi è intervenuto ai microfoni di Rete Sport per parlare dell’attaccante classe ’82 è il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero.

“Cassano non è una persona intelligente, evidentemente vuole fare la vittima sacrificale. Si è comportato male, molto male. Adesso è bene che stia al suo posto e rifletta. Ero disposto a pagargli anche lo stipendio se avesse accettato di andare all’Entella – ha dichiarato Ferrero -. Poteva chiudere la carriera bene, portarli in Serie A, ma niente da fare. Ho parlato due volte con lui ma non è servito. Quando litigò con Romei gli dissi: ‘Buttiamo la lettera di licenziamento’. Allora lui mi promise che sarebbe andato via. Invece no, peggio per lui. Passerà un anno con il piumone e i calzettoni, si allenerà con quelli”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy