Sampdoria, Fernandes: “Muriel è devastante. Mi trovo bene a Genova, che onore indossare la 10”

Sampdoria, Fernandes: “Muriel è devastante. Mi trovo bene a Genova, che onore indossare la 10”

L’intervista al centrocampista della Samp: “Se la 10 è un peso? No, anzi: spero che un giorno la gente si ricorderà di come l’ho onorato. Mi piacciono le sfide”.

Commenta per primo!

“A Genova sto benissimo. Vivo con mia moglie e il mio cane Simba, presto nascerà anche mia figlia Matilda. E poi è un onore avere la 10”.

Lo ha detto Bruno Fernandes, intervistato da ‘Il Secolo XIX’. Il centrocampista della Sampdoria, autore del gol-pareggio in extremis contro il Palermo, è tornato a parlare del suo ambientamento in quel di Genova. E della maglia numero dieci.

“Se la 10 è un peso? No, anzi: spero che un giorno la gente si ricorderà di come l’ho onorato. Mi piacciono le sfide. Sono tornato anche a coprire! Ho caratteristiche più offensive ma ho dimostrato di sapermi sacrificare. Il derby di Genova è top, bellissimo, la città si ferma. Non vedo l’ora di giocarlo, ma prima bisogna pensare al Pescara – ha dichiarato il portoghese -. Muriel? Muriel è devastante; per chi come me gioca a centrocampo avere lui davanti è spettacolare perché puoi dargli la palla in ogni modo, ci arriva comunque. Quagliarella sa muoversi e attaccare gli spazi benissimo; mentre Shick è talentuoso e ha fatto bene dappertutto. Budimir invece vede la porta e se giocherà si farà valere. Torreira? È un regista moderno, di carattere e palleggio. Praet è bello da vedere e coraggioso, lascerà il segno. Linetty? Intelligente, tosto e con personalità; unica pecca: deve tirare di più”.

Su Giampaolo – “Quando ho saputo che avrei trovato Giampaolo a Genova ero esaltato. Lo seguivo ad Empoli e adoravo il suo gioco, in più Zielinski mi parlava sempre di lui. Ora stiamo entrando nei suoi meccanismi, la squadra c’è e miglioreremo”, ha concluso l’ex Udinese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy