Montella saluta la Samp: “Ringrazio e saluto la Genova blucerchiata, questi mesi rimarranno indelebili”

Montella saluta la Samp: “Ringrazio e saluto la Genova blucerchiata, questi mesi rimarranno indelebili”

La lettera di Vincenzo Montella dopo il suo addio alla Sampdoria.

Commenta per primo!

Il suo approdo al Milan e il saluto alla Sampdoria, Vincenzo Montella ha voluto lasciare Genova con una lettera nella quale non ha dimenticato nessuno. Di seguito le parole del neo-tecnico rossonero.

Nel calcio le cose succedono velocemente, soprattutto quando non le aspetti. Era successo così a novembre, per il ritorno da allenatore in blucerchiato. È successo così negli ultimi giorni. Prima di affrontare una nuova avventura professionale, sento la necessità – e il piacere – di salutare e ringraziare tutta la Sampdoria, il presidente Massimo Ferrero, l’avvocato Antonio Romei, il direttore sportivo Carlo Osti, Riccardo Pecini, i dirigenti, i dipendenti, i collaboratori, i calciatori e il personale di Bogliasco. Abbiamo condiviso un periodo breve, ma intenso e importante. È nelle difficoltà che un uomo e un allenatore crescono, capiscono, migliorano. L’ho detto tante volte e lo ripeto oggi, convinto che questi mesi alla Samp resteranno indelebili nella mia storia. Mesi nei quali i tifosi blucerchiati, ancora una volta, hanno dimostrato di essere speciali, unici, maturi, anche critici, ma capaci di comprendere le situazioni e di trasformare la loro passione in energia positiva per la squadra. Salutando Genova, che mi ha accolto a braccia aperte fin dall’inizio della carriera, il mio grazie sincero va a tutti i tifosi e le tifose della Samp, che è – e resterà – un pezzo della mia vita.

Con affetto,

Vincenzo Montella

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy