Iachini: “Ogni volta che incontro un tifoso sampdoriano per strada…”

Iachini: “Ogni volta che incontro un tifoso sampdoriano per strada…”

“Ogni volta che incontro da qualche parte un tifoso sampdoriano, sono sempre grandi feste e grandi attestati di stima. Da pelle d’oca. Ci accomunerà e ci resterà dentro per sempre.

Commenta per primo!

“Ogni volta che incontro da qualche parte un tifoso sampdoriano, sono sempre grandi feste e grandi attestati di stima. Da pelle d’oca. Ci accomunerà e ci resterà dentro per sempre il ricordo indelebile di quanto abbiamo vissuto in quella stagione. La soddisfazione e la consapevolezza di avere dato tutto non solo a livello sportivo ma anche di eredità”. Queste le parole di Beppe Iachini, tecnico del Palermo, al ‘Secolo XIX’: per il mister marchigiano, quella di domenica, sarà la prima gara da ex blucerchiato contro la Sampdoria al Ferraris. “Abbiamo lasciato un patrimonio tecnico per il futuro, dei ragazzi come Obiang, Soriano e Krsticic che con noi hanno iniziato a giocare con continuità. Io sono felice e orgoglioso di essere riuscito a dare una mano a una società così gloriosa attraverso il nostro lavoro e la nostra metodologia – aggiunge Iachini -. E sono felice di essere ricordato non solo per l’impegno profuso, ma anche per la mia onestà. È vero che gli allenatori passano, ma la mia storia dice che possono bastare sette mesi per legarsi per tutta la vita a una squadra. Anche se poi le strade si dividono e io adesso alleno il Palermo e do tutto me stesso per questi colori”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy